News immediate,
non mediate!

Intervista a Pietro Di Fiore (Segretario generale Uil Scuola Trentino Alto Adige/Südtirol)

Categoria news:
OPINIONEWS

CONSIGLIO PROVINCIA TRENTO * ORDINE DEL GIORNO / SUPERBONUS 110%: « MISURE PER FAVORIRE L’UTILIZZO DEL BONUS FISCALE / I DATI PRODOTTI DA ENEA »

Scritto da
03.43 - martedì 25 maggio 2021

Misure per favorire l’utilizzo del bonus fiscale del 110 per cento – Approvato dal Consiglio della Provincia autonoma di Trento nella seduta del 12 maggio 2021, in relazione al disegno di legge n. 96 “Prime misure del 2021 connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19 e conseguente variazione al bilancio di previsione della Provincia autonoma di Trento per gli esercizi finanziari 2021 – 2023”.

Come si può leggere nella relazione illustrativa, la Giunta ha presentato il disegno di legge n. 96/XVI con l’obiettivo enunciato di introdurre degli strumenti per contrastare la crisi economica derivante dall’emergenza epidemiologica da COVID-19. A tal fine con tale disegno di legge sono state introdotte misure mirate al sostegno delle imprese e al rilancio dell’economia, sia da parte dei comuni che da parte della Provincia nell’ambito delle rispettive competenze.

La risoluzione 16/XVI “Impegno delle risorse accantonate nel fondo di riserva per azioni volte a fronteggiare il cambiamento climatico e promuovere lo sviluppo sostenibile” approvata dal Consiglio provinciale in data 8 ottobre 2020, impegnava la Giunta a (1) valutare l’impiego delle risorse accantonate nel fondo di riserva della Provincia a favore di azioni volte a fronteggiare il cambiamento climatico e promuovere lo sviluppo sostenibile ed a (2) promuovere le campagne informative sulle possibilità e modalità di utilizzo dell’Ecobonus 110 per cento, valutando la realizzazione di uno sportello ad hoc per fornire supporto ed assistenza ai cittadini e creare le sinergie necessarie per l’incontro tra beneficiari, artigiani/costruttori/ installatori ed istituti di credito.

Per approfittare delle opportunità offerte dal Superbonus 110 per cento e riqualificare gli edifici di sua proprietà, Itea spa ha creato una task force, la quale ha ipotizzato quattro scenari possibili di intervento per un investimento pari a circa 40 milioni di euro; si tratta di 136 interventi che interesseranno 2.414 alloggi, di cui 1.207 di proprietà di Itea spa (Il piano di riqualificazione con il Superbonus 110 per cento – e.A. – Periodico dell’Istituto Trentino per l’Edilizia Abitativa S.p.A., n. 95 del marzo 2021).

Per quanto riguarda invece l’edilizia privata, secondo quanto dichiarato dal dirigente del servizio attività edilizia del Comune di Trento, osservando le stime per l’anno in corso, nel 2021 si arriverà a 384 permessi di costruire e a 700 scia, circa il 40 per cento in più dello scorso anno, e a 243 sanatorie, il 250 per cento in più rispetto all’anno precedente. Come ha sottolineato il medesimo dirigente, se l’edificio presenta delle irregolarità, queste vanno necessariamente sistemate prima di effettuare i lavori di riqualificazione energetica e anche per quanto riguarda l’accesso agli atti, la crescita è esponenziale, si viaggia sulle 50 richieste al giorno, più del doppio rispetto ad un periodo ordinario (Comune, il Superbonus paralizza gli uffici «È una emergenza» – Corriere del Trentino, 29 aprile 2021).

I dati economici prodotti dall’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile (ENEA), aggiornati al 6 maggio 2021, relativi alla misura del Super Ecobonus 110 per cento a livello nazionale sono i seguenti:

  • ammontare ammesso a detrazione di progetto: 724.787.717,07 €
  • ammontare detrazione del 110 per cento di progetto: 897.266.488,78 €
  • ammontare ammesso a detrazione realizzati: 173.053.440,56 €
  • ammontare detrazione del 110 per cento realizzati: 1.290.358.784,62 €; relativamente alla Regione Trentino-Alto Adige il numero degli interventi è 222,

con 27.578.452,90 € di ammontare ammesso a detrazione di progetto e 19.435.809,89 € di ammontare ammesso a detrazione realizzati. Il totale dell’ammontare della detrazione del 110 per cento realizzato corrisponde pertanto a 21.379.390,88 €

Come dimostrato dai dati prodotti da ENEA, la misura del Super Ecobonus

110 per cento può consentire di impiegare risorse statali per lo sviluppo economico del territorio trentino senza gravare sul bilancio provinciale, ma facendo leva sui benefici fiscali a carico del bilancio dello Stato che si possono ottenere con l’esecuzione di interventi per l’efficientamento energetico e la messa in sicurezza sismica degli edifici. In virtù del meccanismo finanziario che caratterizza la misura, l’incremento del fatturato derivante degli interventi, oltre ad alimentare il gettito fiscale provinciale, svolge la preziosa funzione di moltiplicatore del reddito per favorire la ripresa economica.

Come è evidente da quanto sin qui menzionato, la misura del Super Ecobonus 110 per cento ha avuto un forte impatto anche sul settore del credito, tuttavia vanno fatte alcune specificazioni. Nell’ambito del credito cooperativo si riscontra un’altissima percentuale di finanziamenti diretti ai clienti (un dato stimato nell’ordine del 90 per cento). La misura dello sconto in fattura applicata dall’impresa edile attraverso il prestito ponte invece è piuttosto rara, anche per ragioni legate ai meccanismi di sistema, che portano le associazioni di categoria a non suggerire prestiti alle imprese per evitare di aggravare la situazione di rischio finanziario delle stesse.

In un’intervista rilasciata nel mese di aprile, l’assessore all’urbanistica, ambiente e cooperazione, affermava con soddisfazione che, con la legge provinciale 30 marzo 2021, n. 5 “Misure urgenti di semplificazione in materia di edilizia, urbanistica ed enti locali”, si sono rese più facili e più veloci le procedure per accedere al Superbonus 110 per cento (“Edilizia: meno burocrazia e pratiche più veloci per l’Ecobonus” – Comunicato stampa della Provincia n. 820 del 07 aprile 2021).

Con delibera della Giunta provinciale n. 1709 del 30 ottobre 2020 si sono modificate le disposizioni attuative inerenti la misura di incentivazione per gli edifici volta all’efficientamento energetico “Il mio condominio green”, per tenere conto della misura nazionale denominata “Superbonus” che innalza le detrazioni fiscali al 110 per cento nel caso in cui gli interventi permettano il miglioramento di due classi energetiche dell’edificio e la riduzione del suo rischio sismico, nonché la possibilità di cedere il credito a soggetti terzi, tra cui gli istituti bancari.

Con delibera della Giunta provinciale n. 135 del 5 febbraio 2021 è stato approvato il rinnovato Protocollo d’intesa tra gli operatori del settore dell’edilizia volto a promuovere la riduzione dei consumi energetici, l’incremento di produzione di energia da fonti rinnovabili, così come pratiche di costruzione sostenibile, nell’ambito del patrimonio edilizio privato residenziale, già al lavoro dal 2017. Da febbraio 2021, in aggiunta ai rappresentanti degli ordini professionali (geometri, periti, architetti, ingegneri), degli amministratori condominiali (Anaci e Confaico), del mondo delle imprese (artigiani, Ance, Confindustria Trento), degli istituti di credito (Cassa centrale, Volskbank, Cassa del Trentino), Habitech, e i competenti servizi provinciali, ne fanno parte anche il Polo Edilizia 4.0, l’Ordine dei commercialisti e il Consorzio dei comuni trentini.

Alla approvazione della legge provinciale n. 5 del 2021 sulla semplificazione in materia edilizia (stato legittimo, tolleranze etc.) ha fatto seguito una interlocuzione con il Consiglio delle autonomie locali per la attivazione di un forum informativo permanente di consultazione per i comuni in materia edilizio urbanistica, per “mettere in rete” le problematiche e le soluzioni comuni.

La semplificazione che si è cercato di realizzare con la legge provinciale

  1. 5 del 2021 rappresenta indubbiamente un passaggio utile per incentivare l’utilizzo del Super Ecobonus 110 per cento; tuttavia, parallelamente, si ritiene auspicabile che la Provincia si trasformi in un attore facilitatore per stimolare la costituzione di tavoli territoriali aventi una duplice finalità: da un lato, riunire i diversi operatori del settore e consentire ai sistemi produttivi e commerciali di ottimizzare le relazioni di rete portando così maggiori risorse statali sul territorio provinciale e, dall’altro, creare le condizioni per fornire un supporto ai cittadini per sbrigare le pratiche necessarie all’effettuazione dei lavori di riqualificazione energetica.

La dimensione ottimale per la costituzione di tavoli di facilitazione potrebbe essere quella di ambiti territoriali corrispondenti alle attuali comunità di valle, tuttavia, come noto, i vertici politici delle stesse sono stati commissariati in attesa dell’annunciata riforma e di conseguenza le iniziative politiche possibili in tale sede risultano pressoché impossibili da promuovere. Si ritiene pertanto che i tavoli territoriali potrebbero svolgere un utile ruolo di raccordo con gli enti locali, favorendo lo snellimento burocratico e l’individuazione di risposte amministrative univoche ed uniformi, pur nel rispetto delle esigenze delle diverse realtà locali. I tavoli territoriali potrebbero altresì affrontare le diverse problematiche legate alla sostenibilità del debito e alle situazioni di sovraindebitamento che in taluni casi bloccano l’accesso alla misura e dunque la programmazione degli interventi.

 

Tutto ciò premesso

IL CONSIGLIO DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

impegna la Giunta provinciale

  1. a finalizzare le attività del Tavolo di cui alla delibera n. 135/2021 verso un supporto ad un più largo uso della misura del Superbonus 110 per cento, sia rivolto agli attori del sistema economico locale sia rivolto ai cittadini, anche tramite riunioni su tematiche puntuali e per singole categorie di argomenti, nonché tramite misure di comunicazione verso la cittadinanza;
  2. ad attivare con il Consiglio delle autonomie locali un forum informativo permanente di consultazione per i comuni in materia edilizio urbanistica, per “mettere in rete” le problematiche e soluzioni

 

Il Presidente

– Walter Kaswalder –

 

I Segretari questori

  • Michele Dallapiccola
  • Mara Dalzocchio
  • Filippo Degasperi –

 

 

 

Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Scarica PDF

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.