VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

CONSIGLIO PAT: UPT, OK A ODG DE GODENZ PER ESTENSIONE SERVIZIO MEDICO TURISTICO

(Fonte: Gruppo consiliare Upt-Pat) – Il Consiglio provinciale ha appena votato e approvato all’unanimità un ordine del giorno presentato dal consigliere Pietro De Godenz dedicato ad un miglioramento dell’assistenza medico-sanitaria in Trentino e in particolare all’estensione del servizio medico turistico.

In apertura De Godenz ha ricordato gli eccellenti risultati ottenuti dal turismo nel giugno di quest’anno – con un ben + 35% – a significare la necessità di allargamento dei servizi, sia per i cittadini residenti – questione sempre portata avanti con forza da tutto l’UpT- che per i turisti, al centro dell’ordine del giorno proposto oggi.

“Parliamo sempre di destagionalizzazione e internalizzazione e puntiamo ad allungare la stagione estiva da giugno a fine settembre; pertanto dobbiamo prevedere anche i relativi servizi, a partire proprio dall’assistenza medica, elemento prezioso e fondamentale per qualificare la nostra offerta turistica provinciale.”

Positivo il parere della Giunta, la quale, per bocca dell’assessore Zeni ha ritenuto di concordare con il consigliere De Godenz un emendamento del dispositivo – vedi sotto.

Di seguito copia completa dell’ordine del giorno presentato dal cons. Pietro De Godenz.

 

 

*

PROPOSTA DI ORDINE DEL GIORNO N. 30

DDL n.208/XV

 

L’apprezzamento e la conseguente scelta di un luogo di vacanza è sempre più determinata dalla competenza nell’accoglienza e dall’efficienza dei servizi, di interesse paesaggistico, culturale, sportivo ma anche compresi quelli legati alla dimensione sanitaria. Sappiamo tutti che una risposta veloce e capace ad un problema legato alla salute quando si è ospiti in un luogo che non si conosce o che non parla la propria lingua vale di più di qualsiasi strategia di Marketing.

L’internazionalizzazione e la destagionalizzazione stanno diventando sempre più centrali nell’organizzazione delle nostre proposte turistiche, il che non implica solo l’aumento della capacità di accoglienza delle strutture alberghiere e private ma anche l’implementazione di tutti quei servizi che ne definiscono la qualità e il livello.

In particolare, l’assistenza sanitaria ai turisti, è di norma garantita dai medici di assistenza primaria che dichiarano la propria disponibilità inseriti nelle zone in cui dev’essere garantita per gli ospiti che vi soggiornano. L’attività ha luogo nei giorni e nelle fasce orarie di competenza presso i loro studi professionali. Viene supportata ulteriormente da altri medici incaricati appositamente con gli orari e le modalità indicate dai singoli distretti e dai medici di continuità assistenziale dalle 20.00 alle 08.00 di tutti i giorni feriali, dalle 08.00 alle 20.00 nei giorni festivi e prefestivi. In tutti gli ambiti territoriali il periodo estivo è limitato e inizia dal 01.07 al 31.08, mentre quello invernale dal 06.12 al 30.03.

 

Tutto ciò premesso,

visto l’art. 26 del ddl 208/XV

 

il Consiglio impegna la Giunta provinciale

EMENDAMENTO

I punti 1 e 2 del dispositivo dell’ordine del giorno – vedi qui odg originale – vengono sostituiti dal seguente:

  1. a istituire un tavolo tecnico tra l’Assessorato alla salute e politiche sociali, l’Assessorato al turismo e l’Azienda provinciale per i servizi sanitari finalizzato al monitoraggio dei flussi turistici, al fine di ridefinire annualmente i periodi e le modalità dell’assistenza sanitaria turistica.

 

cons. Piero De Godenz

cons. Gianpiero Passamani

cons. Mario Tonina