News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

CONSIGLIO MINISTRI * SEDUTA 28/9 – AGGIORNAMENTO DEF 2022: « IMPUGNATA LA LEGGE DELLA PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO 10 4/08/2022 “ASSESTAMENTO BILANCIO PREVISIONE PER ESERCIZI FINANZIARI 2022-2024 »

Scritto da
22.02 - mercoledì 28 settembre 2022

Il Consiglio dei ministri si è riunito mercoledì 28 settembre 2022, alle ore 16.45 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Mario Draghi. Segretario il Sottosegretario alla Presidenza Roberto Garofoli.

 

 

*

NOTA DI AGGIORNAMENTO DEL DOCUMENTO DI ECONOMIA E FINANZA 2022

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi e del Ministro dell’economia e delle finanze Daniele Franco, ha approvato la Nota di aggiornamento del Documento di Economia e Finanza (NADEF) 2022, che delinea lo scenario a legislazione vigente senza definire gli obiettivi programmatici di finanza pubblica per il triennio 2023-2025.
L’economia italiana ha registrato sei trimestri di crescita superiore alle aspettative; le prospettive adesso risultano meno favorevoli in ragione del marcato rallentamento dell’economia globale e di quella europea, principalmente legato all’aumento dei prezzi dell’energia, all’inflazione e alla situazione geopolitica.
Per l’anno in corso, si prevede che il livello tendenziale del prodotto interno lordo (PIL) aumenti del 3,3%, dal 3,1% contenuto nello scenario programmatico del DEF in aprile, grazie alla crescita superiore al previsto registrata nel primo semestre e pur scontando una lieve flessione del PIL nella seconda metà dell’anno. Inoltre, per effetto del positivo andamento delle entrate e della moderazione della spesa primaria sin qui registrati quest’anno, si prevede che l’indebitamento netto (deficit) tendenziale scenda dal 7,2% del 2021 al 5,1% del 2022, un livello inferiore all’obiettivo programmatico definito nel DEF, pari al 5,6%. Anche il rapporto debito/PIL è previsto in netto calo quest’anno, al 145,4% dal 150,3% del 2021, con un ulteriore sentiero di discesa negli anni a seguire fino ad arrivare al 139,3% nel 2025.
Nel 2023, a causa dell’indebolimento del ciclo internazionale ed europeo, la crescita tendenziale prevista scende allo 0,6% rispetto al 2,4% programmatico del DEF di aprile; l’indebitamento netto tendenziale a legislazione vigente viene previsto al 3,4%, inferiore all’obiettivo programmatico del 3,9% del DEF. Queste previsioni sono improntate, come per i precedenti documenti di programmazione, a un approccio prudenziale e non tengono conto dell’azione di politica economica che potrà essere realizzata con la prossima legge di bilancio e con altre misure.

*

LOTTA CONTRO LE FRODI NELL’UNIONE EUROPEA

Disposizioni correttive ed integrative del decreto legislativo 14 luglio 2020, n. 75, di attuazione della direttiva (UE) 2017/1371, relativa alla lotta contro la frode che lede gli interessi finanziari dell’Unione mediante il diritto penale (decreto legislativo – esame definitivo)

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi e del Ministro della giustizia Marta Cartabia, ha approvato, in esame definitivo, un decreto legislativo che introduce disposizioni correttive ed integrative del decreto legislativo 14 luglio 2020, n. 75, di attuazione della direttiva (UE) 2017/1371, relativa alla lotta contro la frode che lede gli interessi finanziari dell’Unione mediante il diritto penale.
Il testo interviene, apportando alcune modifiche: sulla disciplina del reato di appropriazione indebita da parte del funzionario pubblico; in tema di congelamento e confisca degli strumenti e dei proventi dei reati o di beni di valore corrispondente; in tema d’indebita percezione di erogazioni a carico totale o parziale del Fondo europeo agricolo di garanzia e del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale; in merito ai reati concernenti le dichiarazioni Iva.

*

RIFORMA DELLA GIUSTIZIA
Norme sull’ufficio per il processo in attuazione della legge 26 novembre 2021, n. 206, e della legge 27 settembre 2021, n. 134 (decreto legislativo – esame definitivo)
Attuazione della legge 26 novembre 2021, n. 206, recante delega al Governo per l’efficienza del processo civile e per la revisione della disciplina degli strumenti di risoluzione alternativa delle controversie e misure urgenti di razionalizzazione dei procedimenti in materia di diritti delle persone e delle famiglie nonché in materia di esecuzione forzata (decreto legislativo – esame definitivo)
Attuazione della legge 27 settembre 2021, n. 134, recante delega al Governo per l’efficienza del processo penale nonché in materia di giustizia riparativa e disposizioni per la celere definizione dei procedimenti giudiziari (decreto legislativo – esame definitivo)

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro della giustizia Marta Cartabia, ha approvato, in esame definitivo, tre decreti legislativi di attuazione della riforma della giustizia civile e penale e dell’ufficio per il processo. I testi tengono conto dei pareri espressi dalle competenti Commissioni parlamentari. Sul decreto relativo all’efficienza del processo penale si è tenuto conto anche del parere espresso della Conferenza unificata ed è stato sentito il Garante per la protezione dei dati personali.

*

ENTI SPORTIVI PROFESSIONISTICI

Disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 28 febbraio 2021, n. 36, recante riordino e riforma delle disposizioni in materia di enti sportivi professionistici nonché di lavoro sportivo (decreto legislativo – esame definitivo)

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi e del Ministro del lavoro e delle politiche sociali Andrea Orlando, ha approvato, in esame definitivo, un decreto legislativo che introduce disposizioni integrative e correttive del decreto legislativo 28 febbraio 2021, n. 36, recante riordino e riforma delle disposizioni in materia di enti sportivi professionistici nonché di lavoro sportivo.
In particolare, il decreto introduce modifiche volte a definire un quadro normativo chiaro e univoco, in grado di contemperare le esigenze di tutela del lavoro e della salute dei lavoratori dello sport con la stabilità e la sostenibilità del sistema sportivo dilettantistico, riducendo il rischio del contenzioso, alla luce del principio di specificità sancito dall’ordinamento dell’Unione Europea, riconoscendo in modo puntuale le previste agevolazioni e facendo emergere fenomeni di elusione fiscale e previdenziale.

*

ISTITUTI DI RICOVERO E CURA A CARATTERE SCIENTIFICO

Riordino della disciplina degli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico, di cui al decreto legislativo 16 ottobre 2003, n. 288 (decreto legislativo – esame preliminare)

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro della salute Roberto Speranza, ha approvato, in esame preliminare, un decreto legislativo di attuazione della delega relativa al riordino della disciplina degli Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS), di cui al decreto legislativo 16 ottobre 2003, n. 288.
Il decreto si inserisce nell’ambito della “Missione 6 – Salute” del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), al fine di rafforzare e migliorare il rapporto fra ricerca, innovazione e cure sanitarie.
Il testo, tra l’altro, introduce criteri e standard internazionali per il riconoscimento e la conferma del carattere scientifico di IRCCS, con la valutazione dell’impact factor, della complessità assistenziale e l’indice di citazione, per garantire la presenza di sole strutture di eccellenza. Si definiscono, inoltre, le modalità di individuazione del bacino minimo di riferimento atte a rendere la valutazione per l’attribuzione della qualifica IRCCS più coerente con le necessità dei diversi territori.

*

DELIBERAZIONI DI PROTEZIONE CIVILE

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente Mario Draghi, ha deliberato:
la dichiarazione dello stato di emergenza, per 12 mesi, in conseguenza degli eccezionali eventi meteorologici che si sono verificati il giorno 9 agosto 2022 nel territorio del comune di Monteforte Irpino, in provincia di Avellino. Per l’attuazione delle prime misure urgenti sono stati stanziati 1.150.000 euro, a valere sul Fondo per le emergenze nazionali;
l’ulteriore stanziamento di 35 milioni di euro per la realizzazione degli interventi in relazione all’esigenza di assicurare soccorso e assistenza alla popolazione ucraina sul territorio nazionale in conseguenza della grave crisi internazionale in atto.

 

*

GOLDEN POWER

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dello sviluppo economico Giancarlo Giorgetti, ha deliberato:
l’esercizio dei poteri speciali, sotto forma di prescrizioni, ai sensi dell’articolo 1-bis del decreto-legge n. 21 del 2012, in relazione all’approvazione del Piano Annuale 5G per l’anno 2022, presentato dalla società Tim S.p.a.;
l’esercizio dei poteri speciali, sotto forma di prescrizioni, ai sensi dell’articolo 1-bis del decreto-legge n. 21 del 2012, in relazione all’approvazione del Piano Annuale 5G per l’anno 2022, presentato dalla società Vodafone Italia S.p.a.;
l’esercizio dei poteri speciali, sotto forma di prescrizioni, ai sensi dell’articolo 2 del decreto-legge n. 21 del 2012, in relazione all’acquisizione da parte di Walsin Lihwa Corp. di circa l’85% del capitale sociale della società lussemburghese MEG S.A. e, indirettamente, del 70 % del capitale sociale di Cogne Acciai Speciali S.p.a.;
l’approvazione, con raccomandazione, del Piano annuale 2022 della società Inwit S.p.a., relativo al programma di acquisti dei beni, dei servizi e delle componenti ad alta intensità tecnologica funzionali alla progettazione, alla realizzazione, alla manutenzione e alla gestione delle attività di cui al comma 1 dell’articolo 1-bis del decreto-legge n. 21 del 2012.

*

NOMINE

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro degli affari esteri e della cooperazione internazionale Luigi Di Maio, ha deliberato:
il collocamento fuori ruolo del Ministro plenipotenziario Gabriella Gemma Antonietta Biondi presso il Segretariato generale della Presidenza della Repubblica, Ufficio per gli affari diplomatici;
il conferimento al Ministro plenipotenziario Bruno Antonio Pasquino delle funzioni di Capo del cerimoniale diplomatico della Repubblica.

Inoltre, su proposta del Ministro della difesa Lorenzo Guerini, il Consiglio dei ministri ha deliberato:
la promozione al grado di ammiraglio di squadra dell’ammiraglio di divisione del ruolo normale del Corpo di stato maggiore della Marina militare in servizio permanente Giacinto Ottaviani;
la promozione al grado di generale di squadra aerea del generale di divisione aerea del ruolo naviganti normale dell’Arma aeronautica Francesco Vestito;
la promozione al grado di ammiraglio ispettore capo dell’ammiraglio ispettore del ruolo normale del Corpo di commissariato militare marittimo Dario D’Aquino e la sua conferma nell’incarico di Direttore dell’Ufficio centrale del bilancio e degli affari finanziari della difesa;
la promozione al grado di ammiraglio ispettore capo dell’ammiraglio ispettore del ruolo normale del Corpo sanitario militare marittimo in servizio permanente Riccardo Guarducci.

 

*
LEGGI REGIONALI

Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro per gli affari regionali e le autonomie Mariastella Gelmini, ha esaminato quarantadue leggi delle regioni e delle province autonome e ha quindi deliberato di impugnare: la legge della Provincia autonoma di Bolzano n. 9 del 03/08/2022 “Assestamento del bilancio di previsione della Provincia autonoma di Bolzano per l’anno finanziario 2022 e per il triennio 2022-2024″, in quanto talune disposizioni, eccedendo dalle competenze attribuite alla Provincia autonoma di Bolzano dallo Statuto di autonomia e ponendosi in contrasto con la normativa statale in materia di coordinamento della finanza pubblica, violano gli articoli 81, 97, 100, secondo comma, 117, secondo comma, lett. e) e l), e 119 della Costituzione; inoltre, per i medesimi motivi, è stata impugnata l’analoga disposizione contenuta nella legge della Provincia autonoma di Trento n. 10 del 04/08/2022 “Assestamento del bilancio di previsione della Provincia autonoma di Trento per gli esercizi finanziari 2022 – 2024”; la legge della Regione Molise n. 13 del 04/08/2022 “Stabilizzazione del personale sanitario precario, in attuazione della legge 30 dicembre 2021, n. 234”, in quanto talune disposizioni si pongono in contrasto con la normativa statale in materia di ordinamento civile, violando gli articoli 117, comma 2, lett. l), e 120, secondo comma, della Costituzione; la legge della Regione Molise n. 14 del 04/08/2022 “Riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio ai sensi dell’articolo 73, comma 1, lettera e), del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 e ss.mm.ii (derivante dai servizi per il T.P.L. ferroviario resi da Trenitalia S.p.A. nell’anno 2020)”, in quanto talune disposizioni, ponendosi in contrasto con la normativa statale in materia di coordinamento della finanza pubblica, violano l’articolo 117, secondo comma, lettera e), della Costituzione, nonché l’articolo 81, terzo comma della Costituzione, relativamente alla copertura finanziaria; la legge della Regione Molise n. 15 del 04/08/2022 “Riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio ai sensi dell’articolo 73, comma 1, lettera e), del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 e ss.mm.ii., derivante dal servizio fonia e connettività reso da Fastweb S.P.A. nell’anno 2020”, in quanto talune disposizioni, ponendosi in contrasto con la normativa statale in materia di coordinamento della finanza pubblica, violano l’articolo 117, secondo comma, lettera e), della Costituzione, nonché l’articolo 81, terzo comma della Costituzione, relativamente alla copertura finanziaria; la legge della Regione Molise n. 16 del 04/08/2022 “Riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio ai sensi dell’articolo 73, comma 1, lettera e), del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 e ss.mm.ii., derivante dal servizio pubblico essenziale, quale la fornitura di connettività e sicurezza nell’ambito del sistema pubblico di connettività reso da Olivetti S.p.A. nell’anno 2017 e 2019”, in quanto talune disposizioni, ponendosi in contrasto con la normativa statale in materia di coordinamento della finanza pubblica, violano l’articolo 117, secondo comma, lettera e), della Costituzione, nonché l’articolo 81, terzo comma della Costituzione, relativamente alla copertura finanziaria; la legge della Regione Molise n. 17 del 04/08/2022 “Riconoscimento della legittimità dei debiti fuori bilancio ai sensi dell’articolo 73, comma 1, lettera e), del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118 e ss.mm.ii., derivante dal Servizio Fonia Fissa reso da TIM S.p.A. nell’anno 2020”, in quanto talune disposizioni, ponendosi in contrasto con la normativa statale in materia di coordinamento della finanza pubblica, violano l’articolo 117, secondo comma, lettera e), della Costituzione, nonché l’articolo 81, terzo comma della Costituzione, relativamente alla copertura finanziaria; la legge della Regione Molise n. 18 del 04/08/2022 “Riconoscimento della legittimità del debito fuori bilancio, ai sensi dell’articolo 73, comma 1, lettera e), del d. lgs. 23/06/2011, n.118 e ss.mm.ii.. Ditte TPL extraurbano – altre fatture 2020”, in quanto talune disposizioni, ponendosi in contrasto con la normativa statale in materia di coordinamento della finanza pubblica, violano l’articolo 117, secondo comma, lettera e), della Costituzione, nonché l’articolo 81, terzo comma della Costituzione, relativamente alla copertura finanziaria; la legge della Regione Molise n. 19 del 04/08/2022 “Riconoscimento della legittimità del debito fuori bilancio, ai sensi dell’articolo 73, comma 1, lettera e), del d.lgs. 23/06/2011, n.118 e ss.mm.ii.. Ditte TPL extraurbano”, in quanto talune disposizioni, ponendosi in contrasto con la normativa statale, violano l’articolo 81, terzo comma, della Costituzione, relativamente alla copertura finanziaria; la legge della Regione Siciliana n. 15 del 03/08/2022 “Norme per la tutela degli animali e la prevenzione del randagismo”, in quanto talune disposizioni, eccedendo dalle competenze attribuite alla Regione siciliana dallo Statuto speciale e ponendosi in contrasto con la normativa statale in materia di ordinamento penale, violano l’articolo 117, secondo comma, lettera l), della Costituzione.
Inoltre, il Consiglio dei ministri ha deliberato di non impugnare la legge della Regione Piemonte n. 13 del 02/08/2022 “Assestamento al bilancio di previsione finanziario 2022-2024”; la legge della Regione Valle Aosta n. 16 del 20/07/2022 “Modificazioni alla legge regionale 4 agosto 2010, n. 29 (Disposizioni in materia di Commissioni locali valanghe)”; la legge della Regione Valle Aosta n. 17 del 20/07/2022 “Modificazioni alla legge regionale 20 luglio 2007, n. 17 (Interventi regionali a favore di imprese in difficoltà)”; la legge della Regione Abruzzo n. 16 del 01/08/2022 “Rendiconto generale per l’esercizio 2016 e disposizioni urgenti di carattere finanziario”; la legge della Regione Emilia Romagna n. 11 del 03/08/2022 “Abrogazioni e modifiche di leggi e disposizioni regionali in collegamento con la sessione europea 2022. Altri interventi di adeguamento normativo”; la legge della Regione Emilia Romagna n. 12 del 03/08/2022 “Disposizioni in materia di cooperative di comunità”; la legge della Regione Liguria n. 9 del 01/08/2022 “Rendiconto generale dell’amministrazione della Regione Liguria per l’esercizio 2021”; la legge della Regione Liguria n. 10 del 01/08/2022 “Adempimenti per i soggetti beneficiari di contributi a carico del bilancio regionale e disposizioni di carattere finanziario”; la legge della Regione Liguria n. 11 del 01/08/2022 “Assestamento al bilancio di previsione della Regione Liguria per gli anni finanziari 2022-2024 e I variazione”; la legge della Regione Toscana n. 25 del 29/07/2022 “Rendiconto generale per l’anno finanziario 2021”; la legge della Regione Toscana n. 26 del 29/07/2022 “Bilancio di previsione finanziario 2022 – 2024. Assestamento”; la legge della Regione Veneto n. 19 del 29/07/2022 “Disposizioni di adeguamento ordinamentale 2022 in materia di interventi per gli edifici di culto, di mobilità e di sicurezza stradale, di governo del territorio, di difesa del suolo, di politiche dell’ambiente e di parchi regionali”; la legge della Regione Veneto n. 20 del 02/08/2022 “Assestamento del bilancio di previsione 2022-2024”; la legge della Regione Calabria n. 26 del 04/08/2022 “Disciplina dei marina resort”; la legge della Regione Calabria n. 27 del 04/08/2022 “Riconoscimento del concorso internazionale dei madonnari Città di Taurianova”; la legge della Regione Calabria n. 28 del 04/08/2022 “Modifica all’articolo 65 della legge regionale 12 giugno 2009, n. 19 (collegato alla manovra di finanza regionale per l’anno 2009)”; la legge della Regione Calabria n. 29 del 04/08/2022 “Istituzione del garante regionale dei diritti delle persone con disabilità”; la legge della Regione Calabria n. 30 del 04/08/2022 “Disposizioni in materia di vincolo idrogeologico”; la legge della Regione Friuli Venezia Giulia n. 11 del 02/08/2022 “Riordino delle disposizioni in materia di impianti a fune, di aree attrezzate nei poli turistici montani invernali ed estivi, nonché disposizioni in materia di sicurezza nelle discipline sportive invernali di cui al decreto legislativo 40/2021 (Attuazione dell’articolo 9 della legge 8 agosto 2019, n. 86, recante misure in materia di sicurezza nelle discipline sportive invernali)”; la legge della Regione Friuli Venezia Giulia n. 12 del 02/08/2022 “Rendiconto generale della Regione autonoma Friuli Venezia Giulia per l’esercizio finanziario 2021”; la legge della Regione Marche n. 18 del 28/07/2022 “Disciplina per la raccolta e la commercializzazione dei funghi epigei spontanei”; la legge della Regione Piemonte n. 14 del 03/08/2022 “Rendiconto generale per l’esercizio finanziario 2021”; la legge della Regione Molise n. 20 del 04/08/2022 “Disciplina delle associazioni Pro Loco”; la legge della Regione Calabria n. 31 del 04/08/2022 “Interpretazione autentica dell’articolo 14, comma 1, della legge regionale 7 luglio 2022, n. 25 (norme per la rigenerazione urbana e territoriale, la riqualificazione e il riuso)”; la legge della Regione Valle Aosta n. 18 del 01/08/2022 “Assestamento al bilancio di previsione della Regione autonoma Valle d’Aosta/ Vallée d’Aoste per l’anno 2022 e secondo provvedimento di variazione al bilancio di previsione della Regione per il triennio 2022/2024”; la legge della Regione Valle Aosta n. 19 del 01/08/2022 “Norme in materia di consorterie e di altre forme di dominio collettivo. Abrogazione della legge regionale 5 aprile 1973, n. 14”; la legge della Regione Veneto n. 21 del 09/08/2022 “Modifiche alla legge regionale 9 dicembre 1993, n. 50 “Norme per la protezione della fauna selvatica e per il prelievo venatorio”; la legge della Regione Campania n. 12 del 10/08/2022 “Istituzione Giornata celebrativa delle Radio libere: 28 luglio 1976”; la legge della Regione Umbria n. 14 del 03/08/2022 “Istituzione della giornata regionale per la lotta alla droga”; la legge della Regione Piemonte n. 15 del 04/08/2022 “Istituzione della Festa del Piemonte e modifiche alla legge regionale 22 aprile 1980, n. 24 (Istituzione del Centro Gianni Oberto) e alla legge regionale 31 maggio 2004, n. 15 (Disciplina dello stemma, del gonfalone, della bandiera, del sigillo, della fascia della Regione Piemonte. Abrogazione delle leggi regionali 16 gennaio 1984, n. 4, 24 novembre 1995, n. 83, 17 giugno 1997, n. 36)”; la legge della Regione Basilicata n. 23 del 10/08/2022 “Istituzione del Registro regionale dei Comuni con prodotti a denominazione comunale”; la legge della Regione Basilicata n. 24 del 10/08/2022 “Istituzione dell’Albo regionale dei Comuni aderenti al baratto amministrativo”; la legge della Regione Valle Aosta n. 20 del 01/08/2022 “Disposizioni in materia di Garante dei diritti delle persone con disabilità. Modificazioni alla legge regionale 28 agosto 2001, n. 17 (Disciplina del funzionamento dell’Ufficio del Difensore civico. Abrogazione della legge regionale 2 marzo 1992, n. 5 (Istituzione del Difensore civico))”.

 

 

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.