News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

COMUNE DI TRENTO * SIGILLO SAN VENCESLAO A STEFANO MERLER: SINDACO IANESELLI, « FBK NON È QUALCOSA DI ALIENO ALLA CITTÀ, MA SVOLGE UN LAVORO CHE IMPATTA SULLE NOSTRE VITE »

Scritto da
11.52 - sabato 26 giugno 2021

Gentile Stefano Merler,

Oggi la comunità cittadina Le consegna la più alta onorificenza comunale. Forse è la prima volta che il sigillo di San Venceslao viene attribuito non “alla carriera”, non come riconoscimento a un percorso professionale che si è ormai concluso, ma per premiare una persona il cui ruolo, la cui influenza e reputazione appartengono all’oggi e sono fondamentali per aiutarci a decifrare il momento difficile che stiamo vivendo.

Questo è dunque un riconoscimento “militante” a qualcuno che, applicando le formule matematiche alla realtà, ha individuato dei punti fermi in grado di arginare quel clima di incertezza e smarrimento che dilagava anche più velocemente del virus. In un momento in cui rischiavano di prevalere il panico o peggio la negazione del pericolo, Lei ha portato la razionalità della scienza nel discorso pubblico. E l’ha fatto con la prudenza tipica del ricercatore, consapevole di abitare un territorio di frontiera in parte ancora sconosciuto, da cui si vede più lontano, ma non sempre quel che si scorge è nitido.

Chi l’ha seguita, chi l’ha ascoltata ha imparato che lo scienziato, anche quello che come Lei gode di fama internazionale, non può mai essere un guru dispensatore di dogmi o certezze. E neppure un decisore, perché la scienza non può sostituirsi alla politica, non scrive né decreti né ordinanze, non ha la pretesa di soddisfare tutti i bisogni dell’uomo né può occuparsi delle molteplici ricadute dei calcoli quantitativi sulla qualità della vita associata.

Infine dobbiamo ringraziarla pure per aver fatto capire a tutti i trentini, anche ai più scettici e diffidenti, che quella cittadella sulla collina chiamata Fbk non è qualcosa di estraneo e alieno alla città, ma anzi sta facendo un lavoro che impatta sulle nostre vite, sulla nostra quotidianità, sulla salute di noi tutti e persegue il fine più importante: far progredire la conoscenza che abbiamo del mondo, allargare il nostro sapere e dunque far crescere la nostra capacità di giudizio. Non è un caso che, nel mezzo della pandemia, quando c’era bisogno del miglior gruppo di ricerca, l’Istituto superiore di sanità abbia chiesto la Sua collaborazione e quella della Fondazione Bruno Kessler. Avamposto sul futuro, la trentina Fbk oggi è un patrimonio della ricerca italiana e internazionale di cui siamo orgogliosi. Lì sono cresciuti il Suo talento e la Sua esperienza, che hanno aiutato e aiutano tuttora il nostro Paese a tenere dritta la barra del timone in un momento in cui il mare è più tempestoso che mai.

Gentile Stefano Merler,
è per queste ragioni che la città intera vuole testimoniare la propria amicizia e la propria stima nei Suoi confronti. È per questo che, raccogliendo le sollecitazioni e l’affetto di numerosi Suoi amici ed estimatori, sono onorato di consegnarLe l’antico sigillo della città: l’Aquila ardente di San Venceslao.

 

*

Grazie
Franco Ianeselli
sindaco di Trento

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.