VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

COMUNE DI CANAZEI * “ CANAZEI CAMPO BASE “ * « IL RITORNO DEI LUPI SULLE DOLOMITI E LA CONVIVENZA CON I GRANDI CARNIVORI SPIEGATI DALLA ZOOLOGA MIA CANESTRINI, IN PIAZZA MARCONI IL 2/9 ORE 21 .00 »

La lupologa Mia Canestrini conclude “Canazei Campo Base”. Questa sera 2 settembre alle 21 .00 in piaz Marconi, si conclude con la più famosa esperta di lupi d’Italia la prima edizione di una rassegna di successo che ha caratterizzato l’estate fassana.

Il ritorno dei lupi sulle Dolomiti (e in altre zone d’Italia) e la conseguente convivenza con i grandi carnivori spiegati dalla zoologa Mia Canestrini è il tema di grande interesse dell’ultimo appuntamento – il 2 settembre alle 21 in Piaz Marconi a Canazei – della rassegna “Canazei Campo Base”. Canestrini, autrice del bestseller “La ragazza dei lupi” è impegnata in importanti progetti europei per la protezione delle biodiversità.

La grande esperienza sul campo e la capacità divulgativa di Mia Canestrini, che da tempo è protagonista di trasmissioni radio e tivù, da Radio Rai a Radio Dejay a Geo, fa sì che questa ricercatrice, che da una quindicina d’anni si occupa di lupi, sia diventata la più popolare comunicatrice sull’argomento.

Non è forse un caso che una donna, che certo ha trovato difficoltà nella scelta di un lavoro reputato maschile, racconti, con linguaggio semplice, il naturale ritorno dei lupi in Europa e le modalità complesse, così come gli equilibri da raggiungere, per una convivenza possibile. La sua credibilità nasce dalla sua storia incredibile fatta di anni trascorsi sugli Appennini, tra l’afa delle estati e il gelo degli inverni innevati, alla ricerca di tracce ed escrementi per mappare raggio d’azione, genetica e alimentazione di lupi (solitari e in branchi). Tantissimi i lupi che Canestri ha avvistato, curato e reintrodotto in natura.

Segno dell’interesse concreto verso la presenza dei lupi in Val di Fassa e nei territori limitrofi, è la partecipazione all’incontro del 2 settembre anche della professoressa Elisabetta Demattio e degli studenti del liceo scientifico della Scuola Ladina di Fassa che si occupano del progetto “I nostri lupi”, che si propone di approfondire la conoscenza di questi grandi carnivori tornati a vivere anche sulle Dolomiti.

Mai Canestrini conclude, così, “Canazei Campo Base” che ha segnato, per qualità, l’estate fassana con temi e ospiti di primo piano. Nel corso di sette appuntamenti molto apprezzati dal pubblico, in cui si sono analizzati diversi aspetti della montagna e del suo futuro, sono saliti sul palco di piaz Marconi: Reinhold Messner, Simone Moro, Giovanni Grasso, Matteo Garbelotto, Mara Nemela, Ilario Cavada, Carlo Budel, Paolo Grigolli, Nikolaj Niebuhr e Chiara Mazzel. Tutti hanno contribuito con le loro esperienze e le visioni sull’avvenire di un territorio – in particolare quello dolomitico – tanto affascinante quanto delicato. Una scommessa vinta, quindi, per la giornalista Elisa Salvi che, con il supporto del collega Giorgio Pedron, ha organizzato la rassegna, grazie al pieno sostegno del Comune di Canazei, dell’associazione “Ensema per Cianacei” e anche al contributo dell’Apt di Fassa.