VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

COMMISSIONE PARI OPPORTUNITÀ CONSIGLIO PAT – FEDRIZZI * RELAZIONE DI GENERE: « SCONCERTO PER IL MANCATO CONFRONTO DA PARTE DELLA GIUNTA FUGATTI »

La Commissione provinciale Pari Opportunità (Cppo) esprime profondo rammarico per la sospensione dei percorsi del progetto Educare alla relazione di genere per l’anno scolastico 2018/19 in corso. La Cppo è stata promotrice e partner del progetto sin dall’a.s. 2010/11 assieme a Università di Trento, Iprase e Ufficio Pari Opportunità della Pat. Esprime inoltre sconcerto per la totale mancanza di comunicazione e confronto da parte della Giunta che ha ad oggi ignorato l’offerta di dialogo posta dalla Cppo.

Risale infatti ormai al 31.12.2018 la lettera inviata congiuntamente da Cppo e Centro Studi Interdisciplinari di Genere dell’Università di Trento all’Assessore Mirko Bisesti e all’Assessora Stefania Segnana (in allegato) con la quale la Presidente Fedrizzi e la Coordinatrice Poggio si erano immediatamente rese disponibili ad un incontro, per chiarire i contenuti dell’iniziativa in oggetto e rispondere ad eventuali dubbi.

Inoltre, si evidenzia che già prima delle feste natalizie era stato inviato all’Assessore all’Istruzione il materiale prodotto dalla Cppo riguardo il Percorso numero 4 del progetto coordinato dalla stessa Commissione e intitolato “Per una cittadinanza condivisa: affetti e differenze” – nello specifico la pubblicazione numero 4 del 2018 con questo titolo che bene spiega il lavoro che si fa nelle scuole sia con studenti che con docenti – insieme alla richiesta di incontrare l’Assessora Segnana e il Presidente della Giunta Fugatti.

La Cppo ribadisce l’importanza di continuare a lavorare su un piano educativo, formativo e informativo per superare gli stereotipi e le disuguaglianze e contrastare la violenza di genere, così come previsto (tra l’altro) dalla L.P. 13/2012 sulle pari opportunità, dalla L.P. 6/2010 sulla violenza di genere e dalla Convenzione di Istanbul del 2011 sulla prevenzione e la lotta contro la violenza nei confronti delle donne e la violenza domestica (art. 14, comma 1).

Il superamento degli stereotipi di genere, la prevenzione di comportamenti discriminatori e l’attuazione delle pari opportunità sono alla base della realizzazione concreta dei principi di eguaglianza e parità sociale così come stabilito dalla nostra Costituzione e sono obiettivi comuni a tutti gli schieramenti politici.

Privare ragazze e ragazzi di questa opportunità educativa e le e gli insegnanti di questa occasione formativa significherebbe abdicare alla responsabilità di ridurre le diseguaglianze ancora presenti nei vari settori della società, responsabilità alla quale la Cppo non intende sottrarsi e che auspica di poter continuare ad assolvere con la collaborazione di tutti i partner con i quali il progetto venne ideato e promosso.

 

*

Dott.a Simonetta Fedrizzi

La Presidente della Cpo

 

 

 

[pdf-embedder url=”https://www.agenziagiornalisticaopinione.it/wp-content/uploads/2019/01/Lettera-a-Segnana-e-Bisesti-31_12_18.pdf” title=”Lettera a Segnana e Bisesti 31_12_18″]