News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

COMITATO FERROVIA VIVIBILE * TRENTO – « SÌ ALLA CIRCONVALLAZIONE DEI TRENI, SI INSTALLINO NEL TRATTO CENTRALE DELLA CITTÀ I MATERASSINI FONOASSORBENTI PER ATTENUARE LE VIBRAZIONI »

Scritto da
12.29 - sabato 18 dicembre 2021

Il Comitato ferrovia vivibile ribadisce che la circonvallazione deve essere fatta. Da quindici anni che chiediamo di installare nel tratto centrale della città, materassini fonoassorbenti per attenuare le vibrazioni dei treni merci che sfrecciano a grande velocità in particolare di notte. In questi mesi nel tratto centrale della città, Rfi anziche materassini sta completando l’installazione di barriere anti rumore alte nove metri che non risolvono il problema delle vibrazioni nel centro storico (da via F.lli Fontana al sotto passo di via Canestrini).

Nonostante le numerose delibere comunali e provinciali approvate negli ultimi dieci anni, che impegnano Rfi a ridurre e controllare che la velocità del transito dei treni merci nel centro città, sia conforme ai limiti previsti dalla Legge, con il passare del tempo i treni merci anziché diminuire la velocità la aumentano.

Stiamo assistendo ai dibattiti pubblici e da quanto emerge, risultano molte domande senza risposta analogamente a quanto avviene per il problema attuale del centro città. Purtroppo la risposta non viene data da Rfi e nemmeno dal comune di Trento e PAT perchè sembra che non si voglia pensare alle soluzioni. Sta emergendo sempre più che l’opera del “mezzo bypass” nell’attraversamento dell’area Sloi e carbo chimica, come è stata prevista da Rfi risulta essere un’impresa temeraria. La gestione dell’opera nel tratto dell’area inquinata risulta essere superficiale. Si fa intendere (non rispondendo) che gli ostacoli presenti sul territorio cittadino (aree inquinate di Trento Nord e abitazioni) saranno risolti strada facendo. Questo non va bene!

Vogliamo capire i motivi per i quali gli attuali amministratori di P.A.T. Fugatti e il Sindaco di Trento Ianeselli, non vogliano prendere in seria considerazione nemmeno il tracciato della sinistra Adige del 2003 dell’ex-Presidente Dellai e dell’ex-Assessore Grisenti che già Rfi ha studiato e sviluppato.

Da ricordare che era stato mediato con la popolazione un tracciato che non andava a cercare gli ostacoli ma gli evitava. Tutto il tracciato era previsto in galleria. . Questa è l’alternativa del by-pass destra Adige per la città di Trento!!

*

www.ferrovia.vivibile.com

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.