VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

CISL MEDICI * TERZA DOSE: PAOLI, « DISPONIBILI ANCHE PER LE SOMMINISTRAZIONI A IMMUNODEPRESSI E FRAGILISSIMI, DOPO LE 40.873 VACCINAZIONI GIÀ REALIZZATE SUI NOSTRI PAZIENTI »

Dopo le 40.873 vaccinazioni effettuate nei confronti dei propri pazienti da parte di coloro che avevano aderito, tra i medici di medicina generale, alla campagna vaccinale anticovid19, Cisl medici del Trentino è pronta a rendersi disponibile anche in vista della partenza ufficiale della campagna per la terza dose. Da oggi, infatti, in tutta Italia, partono le somministrazioni per immunodepressi e fragilissimi. Circa 3 milioni di persone che si spera di vaccinare entro fine ottobre per poi continuare, con gli over 80 e,grazie anche ai medici di RSA, nei confronti dei loro ospiti.

Abbiamo accertato che il quantitativo di dosi a disposizione, in questa fase così delicata in vista dell’estensione del pass a tutti i lavoratori, in mano ad APSS, è continuo e sufficiente. Fino a questa mattina non eravamo stati ancora contattati ma siamo certi che il Direttore Generale dr. Antonio Ferro, nelle prossime ore, contatterà i nostri medici vaccinatori, circa 140 sul territorio trentino, per darci le ulteriori indicazioni operative.

Da parte nostra c’è la massima disponibilità, rilevando, però, che i medici di medicina generale ,tutti, necessitano anche di indicazioni definite, considerando che all’inizio di ottobre dovrebbe partire, secondo la circolare ministeriale, anche la campagna vaccinale antinfluenzale. E non ci vorremmo trovare impreparati, senza sufficienti dosi anti-influenzali date da APSS, come è accaduto l’anno scorso, obbligando i nostri pazienti a tornare a casa per mancanza di organizzazione da non imputare a noi. Infatti, quest’anno, data la sensibilità con cui si è informata la nostra popolazione, ci attendiamo numeri molto maggiori dell’anno scorso per coloro che chiedereanno anche il vaccino antiinfluenzale.

Ci auguriamo quindi che Assessorato e Azienda, nei prossimi giorni, ci convochino nelle rispettive sedi istituzionali e ci mettano in condizione di definire,come OOSS della medicina generale anche questi aspetti.

 

*

Dr.Nicola Paoli
Segretario Generale Cisl medici del Trentino