News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

CAVADA (LEGA TRENTINO) * TERRITORIO: « DIGA DI STRAMENTIZZO, BENE L’IMPEGNO DALLA PAT PER LA PULIZIA DEL BACINO DAL MATERIALE INERTE »

Scritto da
13.41 - martedì 08 marzo 2022

“Le criticità legate ai metri cubi di materiale da tempo depositati nel bacino della diga di Stramentizzo – dovute anche agli svuotamenti periodici della diga di Pezzé – sono qualcosa di evidente. Lo provano anche le foto che allego al presente comunicato, relative alla situazione dell’invaso in data 9 gennaio 2022 e, come si può vedere, quasi completamente vuoto ma con un’enorme quantità di materiale inerte presente. Per questo, in data odierna, ho interrogato la Giunta provinciale su come intenda muoversi.

Ebbene, è stata grande, per me, la soddisfazione nell’ascoltare dall’Assessore Zanotelli dire che «garantire e mantenere l’efficienza della suddetta opera, risulta un elemento di importanza decisiva per la sicurezza del territorio ed in particolare della città di Trento». Non solo. La Provincia sta valutando, è stato detto, «ipotesi di intervento finalizzate a garantire l’efficienza della predetta opera» che «si focalizzano su tre aspetti specifici».

Il primo di tali aspetti – ha spiegato l’Assessore – riguarda l’ottimizzazione degli scarichi della diga, il secondo riguarda il controllo del trasporto solido all’ingresso del bacino artificiale ed il terzo prevede una minima rimozione del sedimento all’interno del bacino. C’è di più. Una prima serie di soluzioni progettuali sono già state promosse dal concessionario che ne ha in carico la progettazione ed in parte anche l’esecuzione/finanziamento.

È stata quindi promossa – ha altresì ricordato l’esponente della Giunta provinciale – dal Dipartimento Protezione civile, foreste e fauna (prot. n.630122 dd 30/08/2021) la costituzione di un gruppo di lavoro che, interfacciandosi con la Provincia di Bolzano ed il Concessionario SF energy srl, ha il compito di individuare la soluzione progettuale ottimale di intervento. Quello che è un tema che dura da molti anni, insomma, sembra vicino ad una soluzione e di questo, mi ripeto, sono davvero soddisfatto.

La Provincia è infatti decisa ad affrontare un problema che dura da tempo, già cosa ottima, e pure a rispondere, in questo modo, alle preoccupazioni di molte associazioni, a partire da quella dei pescatori, realtà che conosco da vicino e che sono certo, come me, accoglierà in modo positivo quanto chiarito stamane dall’Assessore Zanotelli. Che ringrazio per l’importante lavoro che sta facendo anche a difesa della fauna ittica, in particolare della trota fario, specie ritenuta alloctona nonostante la presenza nei nostri torrenti (è qui da 400 anni ed è ormai acclimatata) di grande pregio, per la quale i pescatori della valle hanno impegnato fondi e risorse preziose”,

È quanto affermato in una nota dal Consigliere della Lega Salvini Trentino, Gianluca Cavada

 

 

P.S. Si allega foto che dimostra situazione dell’ invaso il 9/01/2022. Si nota l’enorme quantità di inerte presente.

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.