VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

CARABINIERI – TRENTO * FURTO NEGOZIO VIA BRENNERO: « RUBANO UN MONOPATTINO DAL VALORE DI 700 EURO, DENUNCIATA UNA COPPIA »

Nella mattina odierna i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Trento hanno denunciato in stato di libertà un 28enne trentino e una 25enne di fuori provincia, entrambi pregiudicati, per concorso in furto aggravato di un monopattino elettrico, ai danni di un noto negozio di elettronica di via Brennero, perpetrato lo scorso 19 giu..

Nella circostanza, i due ladri hanno studiato bene il piano e per portarlo a conclusione sono entrati nel locale commerciale con un vecchio monopattino, facendo notare a tutti la loro presenza e chiedendo informazioni sui pezzi di ricambio al commesso, che li ha invitati immediatamente a uscire, per lasciare all’esterno il mezzo. Operazione che è stata prontamente posta in essere, ma con l’accortezza di non farsi notare dai presenti. Quindi rientrati subito nell’esercizio, i due si sono avvicinati al modello top della gamma, un monopattino del valore di circa 700 euro e si sono mostrati intenzionati all’acquisto, chiedendo notizie di dettaglio al commesso, ma approfittando di un suo momento di distrazione e con nonchalance si sono diretti verso la vicina “uscita senza acquisti”, allontanandosi.

Poiché la coppia era stata vista entrare pochi attimi prima con il monopattino, il loro passaggio con un analogo mezzo non ha destato sospetti negli altri dipendenti, che non avevano avuto modo di seguire attentamente la vicenda.

Solo successivamente, constatato l’ammanco e grazie alla visione dei filmati di videosorveglianza, la direzione ha potuto appurare l’accaduto, ma le immagini -nell’immediato- non hanno consentito ai militari operanti di individuare chiaramente i responsabili, protetti dalla mascherina anti covid.

Gli accertamenti, non trascurando dettagli, capi di abbigliamento, tatuaggi e accessori indossati, hanno consentito una minuziosa opera di ricognizione tra tutti i giovani coevi ai responsabili e gli sforzi sono stati premiati. Infatti nei giorni scorsi, i militari hanno individuato l’uomo ritenuto responsabile di un furto e nel corso delle relative attività di controllo, per accertare questo reato, lo hanno associato a questo evento e quando lo hanno visto giungere presso la carrozzeria ove lavora, a bordo di un monopattino elettrico, sono caduti anche gli ultimi dubbi. Il mezzo era quello rubato, stessa marca e numero seriale.

Dal giorno del furto aveva aver percorso ben 1.000 chilometri e nella stessa serata è stato indentificato anche il correo di sesso femminile, mentre il monopattino è stato restituito all’avente diritto.