News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

BRENNER CORRIDOR PLATFORM – CONSORZIO OSSERVATORIO: « FORMULATE PER LA PRIMA VOLTA LE PREVISIONI CONCORDATE SUL TRAFFICO FERROVIARIO LUNGO IL CORRIDOIO DEL BRENNERO (MONACO-VERONA) » (LINK REPORT)

Scritto da
19.41 - venerdì 10 dicembre 2021

Una gradita première: formulate per la prima volta previsioni concordate sul traffico ferroviario lungo il corridoio del Brennero (Monaco-Verona).

LINK

https://www.bcplatform.eu/studidicorridoio

I risultati degli studi pubblicati in data odierna sul volume del traffico ferroviario che si svilupperà in futuro lungo il corridoio del Brennero – da Monaco a Verona – mostrano chiaramente che il quadruplicamento dell’infrastruttura ferroviaria del corridoio va portato avanti con coerenza, per essere in grado a gestire il volume di traffico pronosticato per il 2030 e il 2040.

Gli studi, che riguardano sia il traffico passeggeri che il traffico merci, sono stati elaborati in seno a un gruppo di lavoro della Brenner Corridor Platform, con la collaborazione dei tre ministeri dei trasporti (tedesco, austriaco e italiano), dei tre gestori infrastrutturali (DB, ÖBB, RFI) e di BBT SE. I risultati ottenuti si basano, per la primissima volta, su un set di dati accettati a livello transfrontaliero e su una metodologia concordata.

Per quanto riguarda il traffico ferroviario merci si prevede un aumento del volume trasportato che va dal 53 percento al 95 percento per il 2030, e addirittura fino al 215 percento per il 2040. Se al numero dei treni merci si aggiunge il volume previsto per il traffico passeggeri si ottengono, per l’orizzonte temporale del 2040, i seguenti numeri treni medi giornalieri:

Monaco-Rosenheim 428 treni; Rosenheim-Wörgl 370 treni; Wörgl-Innsbruck 507 treni; Innsbruck-Trento 376 treni; Trento-Verona 337 treni.

Il corridoio del Brennero, che si snoda tra Monaco e Verona per una lunghezza di 435 km, costituisce la tratta chiave del corridoio Scandinavo-Mediterraneo cofinanziato dalla UE e come tale è una parte importantissima della rete di traffico transeuropea TEN-T. Il corridoio rappresenta un asse di importanza fondamentale per lo sviluppo economico dell’Europa e comprende progetti ferroviari di grande portata quali la Galleria di Base del Brennero con le sue tratte d’accesso nord e sud.

“Questi studi, i primi nel loro genere, rappresentano una novità assoluta, una pietra miliare sulla strada della comune pianificazione transnazionale del traffico all’interno dell’Unione europea. Essi integrano i dati nazionali e aiuteranno le autorità competenti per la pianificazione ad assumere le future decisioni riguardanti il potenziamento della capacità del corridoio in sintonia con gli obiettivi nazionali ed europei di politica dei trasporti e basandosi su un approccio comune supportato da fatti concreti.”
(Pat Cox, coordinatore europeo del corridoio Scandinavo-Mediterraneo).

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.