BIANCOFIORE * ELEZIONI ALTO ADIGE 2018: “ DOMANI PRESENTERÒ UN ESPOSTO IN PROCURA PER ANOMALIE ELETTORALI “

Domattina depositerò in Procura, presso l’ufficio protocolli – un esposto circa le molteplici anomali riscontrate il giorno delle elezioni ai seggi e in relazione al voto all’estero.

Ci risulta infatti che in una sezione di Lana (Bz), una signora sia stata lasciata votare due volte e che tutto sia stato messo a tacere, invece che bloccare il seggio come da previsione di Legge.

L’elettrice avrebbe votato col duplicato del certificato elettorale per poi tornare a casa e ritornare col certificato vecchio che aveva dichiarato perso.

A Naz Sciaves e anche a Bolzano in Via Manci, scrutatori e rappresentanti di lista sono stati lasciati  liberi di dare indicazioni di voto di contro a quanto previsto dalla Legge.

Infine il disastro del voto estero; a centinaia di plichi degli elettori all’estero mancava l’indirizzo di ritorno e il bollino della tariffa postale pagata e nonostante ci si sia accorti dell’errore, sono stati inviati agli elettori.

Dei i 35.000 circa aventi diritto di voto , pare abbiano curiosamente votato solo in 10.442 ma di questi 400 plichi non sono mai stati aperti perchè arrivati solo oggi all’ufficio elettorale.

Pare fossero arrivati in tempo all’ufficio postale ma che nessuno si fosse preoccupato di passarli all’ufficio elettorale per il conteggio.

Ergo, di fatto a 400 elettori altoatesini è stato violato il diritto di voto, perchè pare che questi voti non saranno più ammessi al conteggio.

Risulta a tal proposito che vi siano già ricorsi pronti da parte di semplici cittadini contro la lesione del proprio voto.

A questo punto viene da chiedersi, chi ci dice che non sono state dimenticate altre schede? Altra anomalia è l’assenza di dati fino a notte inoltrata in paesini di 4-5.000 abitanti i cui dati col blackberry sarebbero dovuti arrivare immediatamente.

L’esposto nasce dall’esigenza di tutelare gli elettori che hanno diritto al corretto svolgimento delle elezioni , sulle quali infatti dovrà pronunciarsi la Procura- e non in relazione al dato conseguito da Forza Italia, anche se è molto possibile che tra i 400 elettori esteri – ci fossero molti voti per i miei candidati , alcuni dei quali -altra curiosità- hanno preso più voti all’estero che ai seggi altoatesini.

Forza Italia, come già annunciato , chiederà il riconteggio dei voti a fronte di 5.325 schede nulle e di esaminare i verbali, anche perchè risulta che gli scrutatori in molti casi non abbiano assegnato voti  con accanto al  simbolo solo le preferenze senza la croce sul simbolo. Voti che sarebbero in realtà assolutamente validi se le preferenze erano state espresse a candidati di quella lista.

 

*
Michaela Biancofiore, parlamentare FI e
Coordinatore regionale del Trentino Alto Adige