News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

AVV. SCHUSTER * EUTANASIA LEGALE: « I DATI DEFINITIVI SULLA RACCOLTA FIRME IN TRENTINO-ALTO ADIGE, 21.241 LE ADESIONI (16.324 IN PROVINCIA DI TRENTO) »

Scritto da
16.20 - venerdì 01 ottobre 2021

L’Associazione Luca Coscioni ha comunicato il dato nazionale definitivo di firme, come da documento allegato.

Il Trentino Alto Adige risulta una delle prime regioni per firmatari in rapporto al numero di abitanti. Il dato andrebbe, però, più propriamente ricalibrato sulla Provincia autonoma di Trento, dove è avvenuta la pressoché tale raccolta delle firme.

Le firme ufficialmente rientrate presso il Comitato promotore per la Regione autonoma sono 21.241 rispetto ad un totale di 799.944. Si tratta quindi di firme raccolte in modalità cartacea. Di queste gli attivisti sul territorio trentino, coordinati da Damiano Trenti, hanno raccolto ben 16.324 firme in pressoché tutte le valli della Provincia. “Ad un certo punto abbiamo iniziato a contare i chilogrammi di carta che a mano a mano spedivamo alla Coscioni: alla fine abbiamo raggiunto i sei chili di buste, fra moduli di firme e certificati elettorali.

È un dato che parla da sé sulla volontà dei trentini di dire la loro su questo tema” dice Alexander Schuster, cui competeva l’ultimo controllo formale prima della spedizione al Comitato centrale.

Vi sono però stati alcuni invii compiuti direttamente dai comuni, che avevano raccolto le sottoscrizioni presso le sedi municipali, o da singoli autenticatori, come gli avvocati. “Registriamo anche un’importante adesioni di elettrici ed elettori che si sono recati direttamente presso le circoscrizioni e presso i comuni trentini. Si tratta di diverse centinaia di sottoscrizioni: un dato anche questo molto significativo della volontà di sostenere il referendum sul fine vita”, dice Damiano Trenti, che in questi mesi ha instancabilmente presenziato a tutti i gazebo e motivato un gruppo molto ampio di volontari.

Alle firme cartacee si sono poi aggiunte le firme digitali dei residenti trentini, per le quali tuttavia non si dispone di dati specifici al territorio. Complessivamente in Italia le firme realizzate tramite il portale referendario sono state 383.672, portando così il totale di firme a livello nazionale a ben 1.183.616.

Importante anche dare rilevanza alla disponibilità dei sottoscrittori a contribuire alle spese per il referendum. In Trentino si sono registrare offerte superiori a 5.000 euro, utilizzate in parte per le spese di promozione e in parte a disposizione per le ulteriori azioni a sostegno dell’iniziativa referendaria.

Intanto si è registrato anche un successo dell’iniziativa referendaria per la legalizzazione della cannabis, integralmente realizzata online, senza referenti o comitati territoriali, ma che ha evidentemente goduto nelle ultime settimane di settembre del sostegno anche di molti attivisti del referendum EUTANASIA.

Tutte e tutti i volontari trentini attendono per ora la decisione della Corte costituzionale sull’ammissibilità del referendum, per poi ripartire in primavera con le attività di informazione al voto referendario e l’invito a mettere la croce sul SI’.

 

Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Scarica PDF

 

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.