VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

ASSOCIAZIONE MAZZINIANA * TRENTO * VASCO ROSSI: « LE CARENZE DI FUGATTI RIGUARDO SANITÀ – ISTRUZIONE – A22 – CONCESSIONI IDROELETTRICHE NON POSSONO ESSERE CANCELLATE CON UN CONCERTO »

Associazione Mazziniana Trento: “Ianeselli ha ragione: Vasco è panem et circenses per nascondere A22 e Covid”.

“La decisione di organizzare un concerto di Vasco Rossi a Trento proprio in questo periodo è più una scelta politica che artistica.” Ad affermarlo è Massimiliano Piffer, presidente della sezione di Trento dell’Associazione Mazziniana che continua: ” L’annuncio cade proprio in un momento in cui la Giunta provinciale si trova in forte difficoltà per la dubbia gestione della pandemia di Covid 19, ma il risalto dato a questo evento si è dimostrato utile anche per passare in sordina le vicissitudini legate ad A22, che la vedono contrapposta ai compagni di partito veneti, e alle concessioni idroelettriche, che hanno spaccato la maggioranza. Insomma un ottimo tempismo per tentare di rilanciare l’immagine dell’Amministrazione Fugatti e nascondere i problemi.”

“Ha ragione il sindaco di Trento, Franco Ianeselli, a sostenere che non si può amministrare una Provincia tramite annunci in pompa magna.” Continua Giacomo Dolzani, segretario dell’associazione: “Le gravi carenze organizzative dimostrate in questi anni dalla Giunta Fugatti nei campi della Sanità, dell’Istruzione, delle politiche sociali e della tutela degli interessi e del patrimonio provinciale (ultimi casi in ordine di tempo sono A22 e concessioni idroelettriche), non possono essere cancellate con un concerto o con la cittadinanza onoraria a una rockstar.”

 

*

Associazione Mazziniana Italiana – Sezione di Trento “Beppino Disertori”