VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

APT TERME DI COMANO (TN) * ASSEMBLEA: ” APPROVATO IL BILANCIO PREVISIONALE 2019-2021 “

Terme di Comano: i numeri a sostegno dell’innovazione e dello sviluppo del prossimo triennio. L’Assemblea dell’azienda termale di ieri (20 dicembre) ha approvato il bilancio previsionale 2019-2021: un documento strategico che traduce in numeri l’impegno verso l’innovazione di prodotto, lo sviluppo dell’organizzazione e la sostenibilità, che il nuovo Consiglio di Amministrazione si è dato nel proprio mandato.

L’Assemblea dell’azienda termale, che si è tenuta il 20 dicembre presso il Grand Hotel Terme di Comano, ha innanzitutto mostrato i risultati dei primi sei mesi di lavoro della nuova governance. Due anni fa, infatti, gli stessi Sindaci dei Comuni proprietari avevano modificato lo statuto dell’azienda immaginandone un governo snello e dinamico capace di rinnovarne l’organizzazione e l’offerta per seguire le dinamiche emergenti del mercato e dare concretezza e sostenibilità agli investimenti programmati.

“Siamo riusciti finalmente ad implementare l’assetto organizzativo che avevamo in mente” spiega Alberto Iori, Sindaco di Bleggio Superiore e Presidente dell’Assemblea. “Siamo molto soddisfatti perché la fattiva collaborazione all’interno del Consiglio di Amministrazione e la presenza fissa del Consigliere Delegato hanno portato un cambiamento radicale nell’approccio all’organizzazione ed al prodotto, ricercando in tutti i settori di attività delle linee di sviluppo ed innovazione che riteniamo possano dare un nuovo impulso al posizionamento delle Terme di Comano”.

Il Consigliere Delegato Elena Andreolli ha rimarcato la strategia aziendale riprendendo i macro-obiettivi posti ad inizio mandato e raccontando le prime azioni e risultati raggiunti. Obiettivi primari dell’azienda sono la creazione di una forte identità aziendale condivisa sia all’interno che all’esterno, offrire una proposta di valore che venga riconosciuta dal cliente, costruire un’organizzazione sostenibile ed efficiente e potenziare il valore sociale e territoriale dell’azienda. Per aumentare la propria competitività sul mercato il Consiglio di Amministrazione ha ritenuto strategico partire dagli elementi identitari che costituiscono il vero elemento distintivo dell’azienda termale sul mercato: acqua, natura e salute.

Si sta lavorando ad una proposta diversificata per il cliente dove, accanto alle cure termali, si affianchi un’offerta più legata al mondo del benessere e della rigenerazione che si articolerà in una thermal Spa, che sarà pronta verosimilmente per Pasqua 2019, dove cure termali, percorsi benessere e attività nella natura si integreranno per offrire al cliente esperienze diverse ad elevato valore aggiunto.

Anche l’approccio all’offerta termale sarà rinnovato implementando percorsi volti ad una maggiore cura del cliente e sviluppando maggiormente il servizio al cliente sia durante la cura che successivamente per incrementarne la fidelizzazione. Si punterà ad un ulteriore investimento sullo staff medico per ricercare il miglioramento continuo dell’offerta integrando cure e tecnologie di nuova generazione.

Queste sono le novità che troveranno applicazione già dalla stagione estiva 2019. L’azienda sta però lavorando, in collaborazione con il Contamination Lab dell’Università di Trento, per lo sviluppo dell’offerta futura che troverà casa definitiva una volta completato il programma di investimenti dell’azienda.

“Non ci siamo fermati solo al prodotto – spiega Elena Andreolli – ma abbiamo avviato un percorso di crescita dell’organizzazione introducendo nuovi metodi di lavoro, che prevedono un maggiore coinvolgimento e collaborazione tra il personale, e sviluppando le competenze manageriali per creare una squadra preparata in vista delle nuove sfide che caratterizzeranno i prossimi anni”.

Il bilancio previsionale, illustrato dal Presidente Roberto Filippi, dà un riscontro concreto dei piani di sviluppo che l’azienda intende implementare sia a livello di prodotto e mercato che strutturali.

“Uno dei primi impegni del Consiglio di Amministrazione – spiega Filippi – è stata la pianificazione e la programmazione del percorso di sviluppo futuro dell’azienda per avere basi solide e ragionate sulle quali costruire il futuro. Il bilancio previsionale è proprio frutto di questo lavoro e diventa uno strumento strategico di guida delle azioni future”.

Il bilancio di previsione presentato evidenzia un aumento delle entrate in particolare per i settori dell’hotel e della cosmesi. Gli investimenti sul centro benessere, iniziati nel corso del 2018 e che saranno terminati nel corso della prossima primavera, segnano l’inizio di un percorso di posizionamento più elevato della struttura grazie ai nuovi servizi. Elemento di particolare rilievo per l’hotel sarà l’apertura di nuovi canali per lo sviluppo del mercato estero. Per il settore della cosmesi, in autunno sarà presente a scaffale la nuova linea con formulazioni innovative e una veste grafica nuova che mira ad incrementare il posizionamento con un impatto positivo sui risultati di bilancio.

Tra i punti all’ordine del giorno l’aggiornamento sul piano investimenti. In questo momento l’azienda termale è concentrata sulla riqualificazione dello stabilimento. Nelle prime settimane del nuovo anno sarà consegnato il progetto definitivo, per il quale il Consiglio di Amministrazione ha chiesto la massima attenzione all’introduzione di elementi di innovazione sia nella fruizione e nell’architettura degli spazi che nelle tecnologie applicate, specie nell’impiantistica.

Già dall’inizio della stagione saranno introdotte alcune novità nel parco termale: entro fine anno è prevista l’approvazione dell’accordo quadro fra l’azienda termale e il Muse di Trento che permetterà ai due enti di avviare una progettualità congiunta su attività di comune interesse finalizzate a tutelare e valorizzare il Parco termale.

Grazie alla collaborazione con il Master Unesco di Gestione del patrimonio naturale mondiale, con i quali si presenta l’opportunità di collocare nel Parco un progetto innovativo, con il carattere dell’unicità, che possa trasmettere ai frequentatori i valori aziendali e il legame con il territorio: l’obiettivo finale è la definizione e realizzazione di nuove aree tematiche all’interno del parco per permettere una fruizione esperienziale più innovativa dello stesso. A questi interventi sulla proposta del prodotto parco termale, si aggiungono lavori di natura tecnica come il rifacimento degli impianti di illuminazione e irrigazione. La riqualificazione del vecchio albergo termale e dell’Antica Fonte sono programmati nel corso del biennio 2020-2021.