VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

APT GARDA DOLOMITI * “ OUTDOOR SAFETY FIRST “: « SICUREZZA NEL TERRITORIO DELL’ALTO GARDA, IL PROGETTO RACCOGLIE STRATEGIE DI PREVENZIONE E DI GESTIONE DEI RISCHI LEGATI ALL’ATTIVITÀ OUTDOOR »

APT Garda Dolomiti sostiene Outdoor Safety First: parola d’ordine “sicurezza”. Il progetto, nato da un’idea della società “Mmove® in to Nature” di Arco con la collaborazione di partner locali e internazionali, raccoglie strategie di prevenzione e di gestione dei rischi legati all’attività outdoor per sottolineare l’importanza del tema sicurezza nel territorio dell’Alto Garda.

 

*
Arrampicata
Come ulteriore conferma della qualità dei servizi offerti sul territorio del Garda Trentino, l’APT Garda Dolomiti anche quest’anno mette a disposizione dei propri ospiti una vacanza esperienziale che unisce divertimento e sicurezza.

Per l’estate 2021 il focus su questa tematica è il progetto “Outdoor Safety First”, un incubatore di procedure di sicurezza, ideato dalla società Mmove®, dove aziende e professionisti del settore condividono strategie di prevenzione e di gestione dei rischi legati all’attività outdoor.

Questo progetto abbraccia diversi aspetti della sicurezza, dall’informazione preventiva alla revisione delle procedure adottate fino all’adeguatezza dell’attrezzatura a noleggio. Importante novità di quest’anno riguarda la sanificazione dell’attrezzatura tecnica, in particolare di caschi e mute. Con “Outdoor Safety First” infatti è stato sviluppato un nuovo sistema di gestione dei DPI attraverso il lavaggio e l’asciugatura preventiva, la sanificazione mediante l’ozono e il confezionamento dell’attrezzatura con il sigillo di garanzia.

“Siamo felici di avere operatori che puntano alla sicurezza, non solo relativa alla pratica delle attività outdoor ma anche in merito all’attrezzatura utilizzata e alla sua sanificazione – afferma Oskar Schwazer, Direttore di Garda Dolomiti S.p.A. – Questa è un’ulteriore conferma della qualità che vogliamo offrire agli ospiti del Garda Trentino, approfondendo giorno dopo giorno ogni aspetto delle buone pratiche di gestione del rischio”.

Il progetto ha mosso i primi passi nel 2016 grazie all’idea di Mmove®, con la collaborazione di realtà locali come il centro surf Segnana Watersports e il centro di noleggio bici Velolake, e di partner tecnici internazionali come Climbing Technology, Ortovox, Home to Home Project, Garmin e Regiondo – coadiuvati dallo studio legale VZA di Trento – che condividono know-how, esperienze e strategie per fornire all’utente un servizio altamente professionale (clicca qui per visitare il sito dedicato).

“Da molti anni il tema della sicurezza è un filo conduttore comune, condiviso e promosso dalle principali aziende che operano nel mondo outdoor. Diffondere questo tipo di cultura è un approccio responsabile che caratterizza servizi e prodotti, che ci auspichiamo possa diffondersi il più possibile per creare un sistema di qualità certificato” – conclude Mauro Girardi, ideatore e promotore attivo del progetto.