News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

AMBROSI (FDI) * DISABILITY CARD EUROPEA: « STRUMENTO IMPORTANTE PER L’INCLUSIONE DELLE PERSONE CON DISABILITÀ, FONDAMENTALE CHE LA PAT SIA REGISTA DI QUESTO PROCESSO »

Scritto da
12.59 - venerdì 13 maggio 2022

Disability Card Europea – Ambrosi (FdI): “Uno strumento importante per l’inclusione delle persone con disabilità. Fondamentale che la Provincia sia la regista di questo processo”.

Da qualche settimana è entrata in vigore la Disability Card Europea, un grande traguardo che si pone come obiettivo il mutuo riconoscimento della condizione di disabilità fra i paesi dell’Unione. La Carta consente ai detentori di godere di beni e servizi gratuitamente o a costo agevolato su tutto il territorio europeo. Attualmente, in Italia, la Disability Card vale principalmente per musei e luoghi di cultura, ma la possibilità di convenzionarsi è aperta a soggetti pubblici e privati. È importante che la Provincia di Trento, sulla scia di altre realtà a livello nazionale, promuova tali convenzioni in ambiti ulteriori rispetto alla cultura, dando inoltre impulso ai Comuni, gli enti per natura più vicini al cittadino, per agire in tal senso anche mediante le società da essi partecipate. Sarebbe auspicabile, ad esempio, una convenzione fra Provincia ed A22 al fine di esentare o calmierare il pedaggio per i detentori della carta. Ma le potenzialità della Disability Card vanno ben oltre l’ambito viabilistico.

Pensiamo ad esempio al turismo accessibile e all’immagine del Trentino in tutta Europa se la nostra provincia divenisse quella con più convenzioni stipulate nell’ambito della Disability Card. Ne risulterebbe l’immagine di un Trentino accogliente per i turisti con bisogni speciali e all’avanguardia non solo a livello nazionale, ma anche continentale. Non sarebbe solamente un importante traguardo dal punto di vista etico in una terra da sempre solidale, ma anche un bel biglietto da visita per il nostro marketing turistico.

È quindi di fondamentale importanza che la Provincia favorisca e agevoli le convenzioni di enti pubblici, organizzazioni e aziende private nell’ambito della Disability Card, svolgendo quel ruolo di “regia” che le associazioni che rappresentano le persone con disabilità chiedono con forza. Gli sforzi profusi dagli enti del mondo della disabilità risulterebbero infatti enormemente potenziati e più efficaci in presenza di una forte regia unitaria. La PaT deve dunque assumere un ruolo centrale, di guida e di indirizzo, per far sì che la disabilità sia messa al centro di un grande progetto di lungo periodo per portare il Trentino all’avanguardia a livello nazionale ed europeo nell’inclusione delle persone con bisogni speciali.

*
Consigliera Alessia Ambrosi
Gruppo consiliare Fratelli d’Italia

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.