VIDEONEWS & sponsored

(in )
Riceviamo e pubblichiamo integralmente:

ALPICOOP-GIACOMINI: LA REPLICA DI CIA, NEMMENO PER ME È FINITO IL DISCORSO

(Fonte: Claudio Cia) –  Cia (Agire) replica a Giacomini: “Neanche per noi è finito il discorso Alpicoop!”.  Oramai siamo alle solite: penso di essere stato il consigliere provinciale che in questa legislatura abbia vissuto di più in Tribunale e negli studidi degli avvocati (rifiutando sempre i rimborsi per le spese legali).

Dalla cronaca locale ho saputo che chi mi aveva appellato del nome di “assassino”, e che aveva detto che nei miei confronti andavano usate “armi non convenzionali”, ha cercato il rilancio sulla scena politica minacciando di querelarmi dopo che il 15 marzo 2017 è arrivata la risposta all’interrogazione che avevo depositato sull’Alpicoop.

Tralasciando, come sempre, il fatto che le opinioni dei consiglieri provinciali durante lo svolgimento della propria attività politica sono insindacabili, non riesco a capire dove stia il problema.

Innanzitutto non viene smentito il fatto che tale cooperativa non esiste più, in quanto è stata incorporata per fusione dalla “Lavoro società cooperativa sociale”; viene confermata la pioggia di contributi dati dalla Provincia all’Alpicoop:

30.455,220 £ il 22/11/1991
21.780,000 £ il 26/10/1992
43.397,235 £ il 28/10/1993
9.210,00 € il 05/11/2007
2.715,00 € il 31/12/2009
1.959,00 € il 12/12/2011

Infine, non viene affermato in nessun periodo della risposta che l’accusa è infondata (anche perché non sono state fatte accuse a nessuno), ma che semplicemente non sono mai giunte segnalazioni alle autorità competenti: e ovviamente se il trattamento adelle sole e semplici domande poste alla Giunta provinciale vengono accolte con minacce non ci stupiamo che la gente abbia paura ad esporsi e a fare segnalazioni.

Forse Giacomini cerca di “resuscitare” politicamente (parola a lui poco gradita, visti i suoi continui attacchi su Facebook ai cristiani) o forse è arrabbiato perché “I Laici Trentini” lo hanno delegittimato dopo la figuraccia fatta con la questione delle campane di Pinzolo e di Totti. In ogni caso stia sereno e si prenda una buona camomilla: anche sul caso Alpicoop andremo avanti e non per colpire qualcuno, ma per cercare di dare risposte a chi ha ancora tanti dubbi.

 

 

In allegato la risposta dell’assessore Tiziano Mellarini all’interrogazione di Claudio Cia:

[pdf-embedder url=”https://www.agenziagiornalisticaopinione.it/wp-content/uploads/2017/08/risposta-interrogazione-4009-Alpicoop.pdf” title=”risposta interrogazione 4009 – Alpicoop”]