News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS

ALITALIA: CODACONS, INVIEREMO DIFFIDA ENAC PER LIMITARE EMISSIONE BIGLIETTI

Scritto da
20.47 - mercoledì 26 aprile 2017

(Fonte: Ufficio stampa Codacons) – Alitalia, Codacons denuncia: e’ costata finora 308 euro a famiglia. no a nuovi salvataggi con i soldi della collettivita’. Diffida ad Enac: limitare emissione biglietti al solo periodo di piena operativita’ voli.

La crisi di Alitalia è costata finora agli italiani la bellezza di 308 euro a famiglia. Lo denuncia oggi il Codacons, che ricorda come la collettività abbia dovuto più volte farsi carico della gestione catastrofica della compagnia di bandiera, con un conto salito a 7,4 miliardi di euro per la collettività.

“Ogni singola famiglia italiana ha sostenuto la crisi di Alitalia sborsando negli ultimi anni 308 euro, per ritrovarsi oggi una compagnia aerea prossima al fallimento – afferma il presidente Carlo Rienzi – Per questo non accetteremo ulteriori salvataggi con i soldi dei contribuenti, e siamo pronti a denunciare il Governo alla Corte dei Conti e alle autorità europee se interverrà con risorse pubbliche sul caso Alitalia”. Non solo. Il Codacons lancia anche l’allarme biglietti in vista di una possibile sospensione dei collegamenti.

“L’operatività nel breve termine sembra garantita ma stiamo ricevendo centinaia di segnalazioni da parte di passeggeri che hanno acquistato biglietti per voli Alitalia dei prossimi mesi, e che sono seriamente preoccupati – spiega Rienzi – Riteniamo che l’Enac debba intervenire con urgenza per evitare che gli utenti si ritrovino in mano titoli di viaggio inutilizzabili e per i quali non sarà possibile ottenere alcun rimborso.

Per tale motivo invieremo una diffida urgente all’Enac chiedendo di disporre la limitazione dell’emissione di biglietti al solo periodo in cui è garantita con assoluta certezza l’operatività dei voli Alitalia, periodo prorogabile di volta in volta a seconda degli sviluppi della situazione, nell’esclusivo interesse degli utenti” – conclude il presidente Codacons.

Categoria news:
OPINIONEWS

I commenti sono chiusi.