News immediate,
non mediate!
Categoria news:
OPINIONEWS TN-AA

SINISTRA ITALIANA – TRENTINO * CIRCONVALLAZIONE FERROVIARIA TRENTO: ATTOLINI, « CANTIERE PILOTA, AUSPICHIAMO CHE LA MAGISTRATURA VOGLIA FERMARE QUESTO PROGETTO »

Scritto da
18.58 - giovedì 11 agosto 2022

(Il testo seguente è tratto integralmente dalla nota inviata all’Agenzia Opinione) –

Sinistra Italiana del Trentino, considerate le recenti notizie sull’ipotetico cantiere pilota propedeutico alla realizzazione del progetto di circonvallazione ferroviaria di Trento, vuole manifestare le perplessità che già altri hanno segnalato.

I nostri numerosi interventi nel dibattito pubblico, conclusi con la presentazione di un corposo dossier e le due interrogazioni che l’onorevole Fratoianni ha presentato al Ministero della Transizione Ecologica e al Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibile sono rimasti ancora senza risposta.

Sembra che quella di non dare risposte esaurienti e significative sia la prassi nel tormentato percorso di quest’opera. Se possiamo comprendere gli interessi di una società per azioni, quale è RFI, non riusciamo ad essere indulgenti nei confronti della nostra amministrazione, che vorremmo mettesse al primo posto il benessere e la salute della cittadinanza.

A cosa serviva la specifica indicazione del consiglio di «subordinare l’avvio dei lavori relativi alle opere anticipate all’attivazione di un cantiere pilota sulle aree oggetto delle opere della linea ferroviaria di Trento Nord ed alla conseguente valutazione positiva della fattibilità dell’intervento», se ora ci si accontenta di una soluzione al minimo ribasso?

Come possiamo affidarci ad un cantiere campione simulato, svolto in una zona già monitorata e al di fuori delle aree del SIn che devono essere oggetto di indagine e scavato ad una profondità risibile che nemmeno sfiora gli strati di terreno in cui ormai si sarà sedimentato quanto cercato?

Chiediamo con fermezza che il consiglio comunale si faccia carico di questo ennesimo problema e impegni la giunta a chiedere a RFI il rispetto delle indicazioni che il consiglio stesso aveva votato.

Nel frattempo auspichiamo che la magistratura, cui ci si è rivolti con un dettagliato esposto, voglia fermare questo progetto, a nostro parere, scellerato.

*

Renata Attolini

Segretaria Provinciale di Sinistra Italiana del Trentino

Categoria news:
OPINIONEWS TN-AA

I commenti sono chiusi.