News immediate,
non mediate!

Candidata FdI Cinzia Cellucci (Comune Rovereto) – Lettera ai cittadini

Categoria news:
OPINIONEWS TN-AA

PATT – PARTITO AUTONOMISTA TRENTINO TIROLESE * TRENTO: « CHIEDIAMO AL SINDACO IANESELLI ATTENZIONE A FAMIGLIE – ANZIANI – FRAGILI – IMPRESE DELLA CITTÀ »

Scritto da
17.37 - mercoledì 9 novembre 2022

(Il testo seguente è tratto integralmente dalla nota stampa inviata all’Agenzia Opinione) –
///

 

Nei giorni scorsi ci siamo incontrati come direttivo della Sezione di Trento del Partito Autonomista Trentino Tirolese ed è emersa la volontà di essere maggiormente presenti sul territorio con temi e proposte che dovranno accompagnare l’attività politica del partito.

Siamo convinti che la politica sia innanzitutto “spirito di servizio” con lo scopo di mettersi a disposizione in modo volontario per contribuire alle costruzione di qualcosa di positivo per il nostro Trentino e per la nostra Autonomia. Proprio per questo riteniamo che, pur nella diversità di vedute, di opinioni e di punti di vista, si debba camminare insieme, uniti e coesi per avviare un percorso positivo e propositivo verso le elezioni provinciali del 2023.

Rinnoviamo innanzitutto la fiducia alla Segreteria e alla Presidenza del PATT e invitiamo lo staff di governo del partito ad avviare da subito un confronto aperto e sereno con tutti per poter perseguire un unico scopo: l’unità del Partito Autonomista.
Fare politica significa anche proporre temi di interesse pubblico e contribuire a stimolare il dibattito. A livello comunale della città di Trento, il PATT è uno dei protagonisti del progetto “Siamo Trento” presente in Giunta con il vicesindaco Roberto Stanchina, in Consiglio comunale con il capogruppo Alberto Pedrotti oltre a numerosi consiglieri nelle Circoscrizioni cittadine.
Siamo consapevoli che in questo momento anche il Comune di Trento stia cercando soluzioni per rispondere a questa “Tempesta Perfetta” che trova nei costi moltiplicati dei consumi energetici, la difficoltà maggiore a far quadrare il proprio bilancio.

Ci rendiamo conto che in questo momento servono scelte coraggiose, forse impopolari e per questo ci sentiamo di appoggiare le soluzioni che la Giunta metterà in campo per rispondere nel concreto a queste difficoltà. Chiediamo al Sindaco particolare attenzione alle famiglie, agli anziani, alle persone fragili e alle piccole e medie imprese della città che sono in difficoltà economica per l’aumento considerato dei costi energetici. Siamo consapevoli che Dolomiti Energia Holding s.p.a. non possa abbassare le bollette (una società per azioni nasce e vive per fare profitto) ma sollecitiamo Franco Ianeselli, quale rappresentante di uno degli azionisti di rilievo, di intercedere perché non vengano staccate le utenze alla persone e alle imprese in difficoltà a saldare il dovuto e che si attivi in prima persona perché si possa mettere in campo la dilazione dei pagamenti senza l’aggravio di interessi di mora. Anche una società per azioni a maggioranza pubblica può mettere in campo un’azione sociale straordinaria senza per questo minare fatturato e utile.

Sempre in tema comunale siamo convinti che sia importante valorizzare maggiormente le Circoscrizioni cittadine, presidi di comunità indispensabili e insostituibili. Sollecitiamo il Sindaco a rilanciarne il ruolo con un dialogo costante e maggior coinvolgimento nelle scelte della Giunta. Facciamo presente che allo stato attuale alcune Circoscrizioni sono state costrette a ridimensionare i propri orari di apertura mentre altre non hanno personale sufficiente a rispondere a tutti gli impegni. Riteniamo questi enti fondamentali per la comunità cittadina e per questo devono poter essere pienamente operativi nelle proprie funzioni di servizio.
Desideriamo ricordare i temi che riguardano la coesione sociale e il fatto che nessuna debba rimanere indietro. Va posta attenzione alle numerose persone in situazione di svantaggio sociale, alle persone con disabilità, al disagio dei giovani e alla ricerca di un positivo reinserimento sociale di chi termina una pena detentiva.

Esprimiamo la nostra soddisfazione per l’avvio sperimentale del progetto “Ti Ascolto” presso alcune Farmacie Comunali dedicato a persone in difficoltà che necessitano di un ascolto professionale. La figura che svolge questo servizio non può però essere un semplice operatore/ operatrice, deve essere definita in modo chiaro e avere le competenze adeguate per garantire un vero servizio di ascolto professionale; per questo chiediamo al Sindaco e all’Assessora competente di individuare nella figura dello psicologa/o la professionalità corretta per svolgere questo servizio con l’auspicio che possa diventare operativo in tutto il territorio comunale.
Infine non va sottovalutato il ritorno importante delle dipendenze e in particolare della droga. Che fine ha fatto il grande progetto affidato ad inizio legislatura dal presidente Fugatti al dott. Federico Samaden che doveva puntare alla prevenzione della tossicodipendenza su tutto il territorio provinciale?

Le proposte della Sezione di Trento del PATT sono alcuni stimoli sui quali è possibile lavorare, migliorare ed essere maggiormente incisivi perché siamo convinti che la politica sia lo strumento che deve farsi carico dei problemi delle persone, della comunità e contribuire a cercare soluzione concrete.

*
Il direttivo della Sezione di Trento
Paolo Holneider segretario politico
Giordana Detassis presidente

Categoria news:
OPINIONEWS TN-AA
© RIPRODUZIONE RISERVATA
DELLA FONTE TITOLARE DELLA NOTIZIA E/O COMUNICATO STAMPA

È consentito a terzi (ed a testate giornalistiche) l’utilizzo integrale o parziale del presente contenuto, ma con l’obbligo di Legge di citare la fonte: “Agenzia giornalistica Opinione”.
È comunque sempre vietata la riproduzione delle immagini.

I commenti sono chiusi.