News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LETTERE AL DIRETTORE

WALTER PRUNER * ZELENSKY – DIRETTA PARLAMENTO ITALIANO: « RIPUGNANZA E SDEGNO PER QUEI PARLAMENTARI CHE NON ANDRANNO A SENTIRE IL PRESIDENTE UCRAINO»

Scritto da
08.52 - martedì 22 marzo 2022

Temevo. Esageratamente temevo, ed invece eccoci, ci risiamo. Ricucire le circensi esibizioni quirinalesche di qualche mese fa si dimostra nei fatti come tentare di inchiodare un budino alla parete.

Oggi addirittura con vetrina internazionale, il Parlamento dimostrerà di non conoscere limite agli abissi istituzionali: andando oltre il fondo, sotto, immelmandosi nei tombini della vergogna. Si supererà tra qualche ora nel corso della diretta video del premier Zelensky a camere riunite a Roma.

Massimo rispetto per il Parlamento come istituzione. Invece totale, completa, assoluta ripugnanza esprimo con la massima franchezza e sdegno per quei parlamentari che fra qualche ora non andranno a sentire Zelensky. E questa è cristallina, pura miseria morale di persone che, raccapricciante è il punto, abbiamo eletto rappresentanti della nazione.

In quanto tali per la carica che ricoprono vanno rispettati. Ma per le scelte che fanno possono solo che essere compatiti. Compatiti per l’abominio politico di cui sono scientemente, individualmente, vilmente e liberamente autori, complici indebiti e scellerati di una storia contemporanea che non li merita.

Da una parte l’amore per la libertà di chi vede la libertà del suo popolo minacciata dai cannoni e dal sangue fratricida; di contro lo spregio della libertà di chi non ha capito cosa diavolo sta facendo seduto su quello scranno utilizzato per ritagliarsi spaccati di popolarità sul sangue della gente.

Con molta amarezza ed il capo chino dico che anche questa scelleratezza ce la si poteva e doveva risparmiare. Non è un problema di sfregio ad un popolo o all’altro, ad una bandiera o ad un vessillo: è uno sfregio al genere umano nella sua totalità.

Vigliacchi.

 

*

Walter Pruner

Trento

Categoria news:
LETTERE AL DIRETTORE

I commenti sono chiusi.