MINISTERO DIFESA - AERONAUTICA MILITARE ITALIANA

Frecce Tricolori - sorvolo su città di Trento 25/5/2020

Sulla stampa di oggi, 02.03.2020, si leggono alcuni nomi che saranno candidati alle prossime elezioni comunali Trento 2020. Ora inizia il Totonomi …, ma le idee di programma?

Alcuni nomi sono nuovi nel mondo della politica, ma sono noti in quanto ricoprono incarichi di prestigio; altri nomi, invece, sono consiglieri comunali uscenti, che hanno dato disponibilità a ricandidare.

Sono un po’ stupito nel vedere che alcuni consiglieri provinciali candideranno alle prossime amministrative di maggio 2020: che senso può avere questa candidatura? Due sono le risposte. Un consigliere provinciale potrebbe voler impegnarsi per la propria città ed ambire, in caso di vittoria di coalizione, ad un assessorato in comune; in caso di sconfitta, però, l’impegno del consigliere provinciale sarà di certo sul fronte P.A.T. e non sul fronte comunale.

I “maliziosi” risponderebbero, invece, che la candidatura di consiglieri provinciali serva esclusivamente per dare un po’ di peso alla lista, in quanto carente di persone.

C’è stato il tempo del “totonomi” per il candidato sindaco; ci sarà il “totonomi” per le persone candidate in lista.

Poi occorrerà dare il giusto spazio alle idee di programma, il punto al quale la cittadinanza dovrebbe dare maggior rilevanza. Quali sono gli obiettivi ai quali le diverse coalizioni vogliono ambire? Quale città vogliono proporre alla cittadinanza?

Questo la cittadinanza dovrebbe attendere con maggior enfasi e non solo (o esclusivamente) il nome del candidato sindaco. Ahimè oggi tutto sembra funzionare “al contrario”: prima si pensa al candidato sindaco, poi alle alleanza e poi “bisogna scrivere il programma” (alcuni dicono addirittura “il programma lo facciamo la sera prima di presentarci”).

Il programma viene tenuto come punto finale, ma, in realtà, dovrebbe essere al primo posto: prima di tutto bisogna lavorare sulla proposta di programma, poi occorre condividere il programma con le altre forze politiche ed infine occorre trovare condivisione sulla figura che sia capace di fare giusta sintesi delle forze politiche di coalizione.

*

Lorenzo Rizzoli

Presidente #inmovimento

 

Foto: archivio Opinione