PROVINCIA AUTONOMA TRENTO

Covid-19 Free - 21 puntata  (format Tv)

Ieri la senatrice Lilliana Segre, intervenendo sul Corriere della Sera, ha auspicato che i giovani possano, in questo contesto critico, prendere in mano le sorti del Paese. Anche in questo caso la nobiltà d’animo della senatrice a vita Segre ha dato uno spunto di riflessione prezioso a tutta la cittadinanza, in particolare ai giovani. Mi sento di condividere a pieno e fare mio questo auspicio di partecipazione.

Perciò rinnovo la mia volontà di portare avanti tutte le prerogative giovanili, sperando che il voto delle amministrative possa fungere da porta di accesso per noi giovani alle istituzioni. Sono convinto che, nei momenti di crisi, non è necessaria una rottura generazionale, bensì un patto intergenerazionale. In cui i più giovani affianchino gli esperti nella costituzione di città ed àmbiti locali più aperti alle nuove leve sociali.

È proprio il fatto che sia Liliana Segre, dall’alto di una ampia esperienza anagrafica e di vita, ad auspicare un avvento istituzionale dei più giovani nella società civile e nella politica a rendere credibili le mie parole precedenti. Credo, auspico e sono convinto che, al di là degli schieramenti di provenienza, i giovani sapranno essere all’altezza della sfida lanciata dal dopo Covid e dalle complessità economiche cogenti dando così il via al secondo decennio del XXI secolo, che saprà, nonostante tutto, darci motivi per essere fieri delle nuove generazioni.

 

*

Leonardo Divan
Rovereto