Sono più che convinto le prossime elezioni comunali di TRENTO 2020 saranno caratterizzate da molti candidati sindaco. Le classiche DESTRA e SINISTRA hanno da mesi presentato i candidati Baracetti e Ianeselli (entrambi facce nuove in politica attiva); il nuovo movimento ONDA CIVICA TRENTINO ha presentato il proprio candidato Degasperi (attualmente consigliere provinciale); il MOVIMENTO 5 STELLE ha presentato la propria candidata Martini (faccia nuova in politica); l’estrema sinistra ha presentato il proprio candidato Pantano (faccia nuova in politica); il nuovo movimento di centro SI PUÒ FARE ha presentato la propria candidata Zanetti (faccia nuova in politica attiva); nelle ultime settimane si legge della candidatura di Marcello Carli (già consigliere provinciale) sostenuto da Agire e, da quanto si legge, dalla DC e dall’UDC. Gli ultimi due candidati (Zanetti e Carli) sarebbero i candidati sindaco “di centro”…

Oggi sulla stampa si legge la piena disponibilità di Carli a sedersi al tavolo per un confronto con il movimento che sostiene Silvia Zanetti. Lo stesso confronto viene auspicato dall’ex presidente di Progetto Trentino Simoni e da molti altri.

Perché non sedersi al tavolo ed iniziare un confronto che porti ad un candidato unitario? Perché non FARE UN PASSO INDIETRO PER FARNE ALMENO CINQUE IN AVANTI tutti assieme? Chi oggi nega un incontro per discutere insieme candidato e programma non fa il bene del centro, ma fa solo il bene personale (personalismo ed individualismo). Sedersi al tavolo e confrontarsi non significa per forza dover andare insieme; sederse e dialogare è d’obbligo, mentre decidsre di andare da soli o insieme è una scelta!

Io penso che rivedere oggi delle decisioni prese 3 mesi fa (coalizione, persone, candidati) sia più che legittimo, in quanto in questi 3 mesi nella vita sociale ed economica di tutti noi qualcosa è cambiato. E rivedere una decisione presa 3 mesi fa non è un qualcosa di negativo, anzi!

Ripeto quindi il mio ragionamento: meglio fare un passo indietro per farne 5 in avanti tutti insieme se si vuole davvero fare qualcosa di positivo e significativo!

 

*
Lorenzo Rizzoli – Presidente #INMOVIMENTO