News immediate,
non mediate!

Intervista a Pietro Di Fiore (Segretario generale Uil Scuola Trentino Alto Adige/Südtirol)

Categoria news:
LETTERE AL DIRETTORE

DOTT. ANDREA MERLER * EDILIZIA PRIVATA TRENTO: « I CANDIDÀTI ALLE ELEZIONI AVRANNO VISIONE POLITICA PER TROVARE SOLUZIONI FATTIBILI E PER MIGLIORARE I SERVIZI RESI AI CITTADINI »

Scritto da
12.30 - lunedì 15 giugno 2020

La data delle elezioni comunali di Trento non è ancora nota, ma già si susseguono i buoni propositi dei vari candidati. Fino ad ora però devo dire che si è visto ancora troppo poco in termini di proposta..

Per esempio da qualcuno è stata citata la questione del Servizio Edilizia privata del Comune di Trento. Sono molti anni che si parla di questo delicato Servizio e personalmente lo ricordo già dalla scorsa campagna elettorale del 2015.

Nell’indagine sulla conoscenza e sulla soddisfazione dei cittadini dei confronti dei servizi comunali dell’anno 2019 presente nel sito del Comune di Trento, l’Edilizia privata ha ottenuto un giudizio più basso pari a 6,1 rispetto al giudizio medio dei servizi comunali che si attesta su un valore più alto 7,6.

Se si analizza il dettaglio dell’indagine il problema però non è affatto il personale che opera nel Servizio, ritenuto cortese e competente, quanto piuttosto l’iter burocratico lungo e macchinoso e la mancanza di risposte univoche. E’qui che vedo il possibile intervento della politica.

La burocrazia è tenuta ad applicare le leggi, le procedure, i protocolli e le circolari interne che però non sempre favoriscono risposte univoche alle numerose e variegate richieste dell’utente. Nell’applicazione pratica rimane sempre un margine di interpretazione e di discrezionalità amministrativa.

Questo lo vedo come un problema politico, così come lo è l’iter macchinoso di rilascio di un titolo abilitativo che, come noto, è demandato alla responsabilità diretta della burocrazia.

La crisi dovuta al Covid-19 ci ha insegnato che la digitalizzazione dei procedimenti potrebbe certamente aiutare in termini di risparmio di tempi di accesso allo sportello, ma non elimina affatto l’aspetto procedurale del provvedimento amministrativo. Se si vuole intervenire su quello serve una deregolamentazione del procedimento che deve essere fatta a livello normativo e quindi politico.

Non credo saranno certamente i funzionari comunali a fare le barricate per non semplificare le procedure, anzi sono convinto che sarebbero ben contenti di poter rendere più efficiente ed efficace il servizio reso ai cittadini.

Quello che mi aspetto da chi si candida a guidare il capoluogo non sono però solo slogan o promesse elettorali, ma competenza e visione politica per trovare soluzioni fattibili e per migliorare i servizi resi ai cittadini.

Cercare di capire dagli stessi funzionari comunali, dai professionisti e dalle imprese che usufruiscono dei Servizi, come e dove poter migliorare le procedure è il minimo etico per evitare che anche nelle prossime elezioni si torni a parlare delle stesse cose perché non si sono trovate le giuste soluzioni.

 

*
Dottor  Andrea Merler

Esperto in sicurezza

Categoria news:
LETTERE AL DIRETTORE

I commenti sono chiusi.