VIDEONEWS & sponsored

(in )

ANTONELLA DIDU – SEGRETARIO PULIMENTO UILTRASPORTI TRENTINO * PULIZIE E CORONAVIRUS: « FATECI UN SORRISO NEGLI OSPEDALI O CASE DI CURA, PERCHÉ IL NOSTRO LAVORO È ESSENZIALE »

Il dramma quotidiano che il mondo intero sta vivendo, è questa maledetta pandemia che sta mettendoci tutti quanti in una situazione di paura per non dire terrore. Le immagini che ci accompagnano oramai quotidianamente tramite le televisioni, ci danno l’idea di quando distruttivo sia questo virus.

Ad affrontare questo nemico ci sono i nostri eroi della sanità, medici infermieri oss e gli addetti alle pulizie, si proprio loro, spesso dimenticati considerati gli ultimi, remunerati con una paga oraria di sei euro e ottantaquattro centesimi lordi; vero non è il momento di far polemiche ora il problema è un altro, ma allo stesso tempo non ci si può dimenticare di un esercito di donne mamme nonne, spesso ragazzine a combattere in prima linea questo nemico invisibile ma tanto devastante, con la paura di essere loro stesse contagiate; armate di camicione, mascherine, cuffie, occhiali e bottiglie di disinfettante, a tu per tu col virus, gli leggi negli occhi il terrore, il pensiero che corre alle loro famiglie la voglia di piangere ma non lo possono fare, devono andare avanti con un nodo alla gola e affrontare questo nemico, che si chiama “Covid19” continuano imperterrite perché questo non è un lavoro, è una missione, sanno che devono farlo per la cittadinanza e come delle soldatesse non mollano.

Proprio in questo momento drammatico ci si accorge di loro, di quanto siano importanti; i ringraziamenti di tutti, istituzioni comprese cadono a pioggia e il riconoscimento dell’eroicità ricopre anche questo settore.

Allora, cambiamo il nostro giudizio su chi fa un lavoro umile, non guardiamole sempre dal basso verso l’alto, ringraziamole che quotidianamente assolvono un compito importantissimo; non esistono lavori o lavoratori di prima, seconda o terza classe ma persone esseri umani che nell’ambiente lavorativo sono al pari e indispensabili.

Ricordiamoci di fargli un sorriso quando le vediamo nei negozi negli uffici o negli ospedali o case di cura e soprattutto diciamoli un grazie, perché il loro lavoro è veramente essenziale.

 

*

Antonella Didu

Segretario pulimento Uiltrasporti – Trentino

Dipendente impresa pulizie