VIDEONEWS & sponsored

(in )

ANDREA MERLER * VOTAZIONI 20 E 21 SETTEMBRE: « LA FIDUCIA VA DATA A DONNE E UOMINI CHE ABBIANO UNA CHIARA VISIONE POLITICA ENERGIE COMPETENZE ED AUTOREVOLEZZA »

Ormai ci siamo quasi. Il 20 e 21 si voterà per il Referendum costituzionale e per il rinnovo di molti Consigli comunali.

Sul referendum ho notato lo scarso impegno dei partiti come se quasi tutti fossero ormai rassegnati all’omologazione, allo svilimento della democrazia forse perché è più semplice far passare il messaggio populista e demagogico del taglio lineare dei Parlamentari. Un sì che si traduce semplicemente in questo perché i problemi atavici dell’efficienza parlamentare rimarranno tali e quali. Resterà il bicameralismo perfetto o paritario con la nota navetta parlamentare da una Camera all’altra per approvare le stesse modifiche di una legge, un sistema elettorale ambiguo che catapulta in Parlamento i fidi scudieri dei segretari di partito, non certo i più preparati e che svilisce il ruolo della rappresentanza territoriale.

Su questo anche il nostro Trentino rischia grosso perché l’autonomia speciale non è stata mai compresa dagli strateghi del centralismo romano che se potessero vorrebbero togliercela subito riportandoci subito indietro di settant’anni.

Per questi motivi voterò convintamente “no” a questo referendum perché non mi faccio prendere in giro dalla peggiore classe dirigente che mai abbia avuto questo Paese.

Per le comunali mi impegnerò invece a ricercare nei candidati la competenza, la capacità d’innovazione e la concretezza animato come sono dalla volontà di dare fiducia a persone che non siedono in Consiglio da tre o quattro mandati e che, come un disco rotto, continuano a ripeterci che saranno ancora una volta loro a risolvere i problemi della burocrazia, della pianificazione e riqualificazione urbanistica, della sicurezza e così via.

Stavolta il nostro voto e la nostra responsabilità sono fondamentali per non cadere nei tranelli della retorica politica e delle promesse elettorali. La fiducia, soprattutto ai tempi del Covid, va data a donne e uomini che abbiano una chiara visione politica, energie, competenze e autorevolezza tali da poter rappresentare degnamente gli elettori e per riportare l’asticella della politica ad un livello più alto di quello che – purtroppo – vediamo ogni giorno.

 

*

Dott. Andrea Merler