Zupit​ (LINK) ha realizzato, in tempi record, su richiesta ​dell’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari della Provincia Autonoma di Trento (APSS) ​un prodotto software in grado di mettere in comunicazione il personale medico addetto con i parenti dei malati ricoverati in terapia intensiva.

I pazienti in Terapia Intensiva o in Malattie Infettive, in particolar modo in queste settimane di emergenza, sono isolati dal mondo esterno e la comunicazione dei parenti con il personale medico è difficoltosa se non impossibile.

Da qui nasce l’idea di ​Vicino@TE​. La piattaforma online dove medici e infermieri possono caricare materiale multimediale sullo stato di salute del paziente.
Sono condivisibili foto, video messaggi o semplici messaggi testuali.

Il funzionamento è molto semplice e studiato per rendere la comunicazione immediata ed efficace: tramite un processo di registrazione e verifica dell’identità, effettuabile da computer o smartphone, il parente ottiene accesso alla piattaforma Vicino@TE. Accedendo alla piattaforma quest’ultimo può consultare ogni qual volta lo desideri il materiale caricato, restando così aggiornato sull’evoluzione della degenza del malato.

Utilizzando le metodologie di ​Sviluppo Agile​, Zupit e il Servizio “Politiche per l’Amministrazione Digitale” dell’APSS, hanno prodotto e pubblicato in ​una sola settimana​ la prima versione del software per far fronte alla situazione di emergenza COVID-19 che l’APSS si trova a gestire in queste settimane. Inoltre, ​quotidianamente vengono rilasciate nuove funzionalità​ per migliorare la piattaforma stessa.

Vicino@TE, tratta i dati personali di pazienti e parenti garantendone la riservatezza, l’integrità, la disponibilità e la sicurezza, è di proprietà dell’APSS che, su richiesta, potrà rapidamente concederlo in riuso gratuito o erogarlo come servizio anche ad altre aziende sanitarie italiane.