Il Comune ascolti il grido d’allarme dell’ Asuc di Baselga del Bondone.

Il no secco dell’Asuc di Baselga del Bondone al progetto per l’invaso, inserito nella variante del Org, è un monito chiaro all’ amministrazione comunale.

Io personamente ho firmato la petizione lanciata dal collega Marco Ianes che è già stata consegnata al sindaco e non posso che appoggiare il grido d’allarme dell’Asuc. Il delicato equilibrio della zona delle Viotte sarebbe stravolto da questo pesante intervento, proprio in un momento storico come questo in cui sono in atto cambiamenti climatici pesanti.

L’ amministrazione deve ripensare le proprie politiche turistiche, senza bloccarle e capendo quando è il momento in cui lo sfruttamento delle risorse del territorio deve fermarsi. Sono di questi giorni anche le manifestazioni dei giovani di Fridays for Future che assiame alla SAT sono saliti a Serodoli anche loro per rilanciare delle politiche più sostenibili per tutelare il loro futuro.

Non c è più tempo serve una seria “riconversione” anche in campo turistico.

 

*

Jacopo Zannini

Consigliere Comunale Altra Trento a sinistra

 

 

Foto: da sito Comune di Trento