VIDEONEWS & sponsored

(in )

VERDI TRENTINO * CHIUSURA DOMENICA NEGOZI: « LA DECISIONE VENGA MANTENUTA, NON FACENDOSI CONDIZIONARE DA INTERESSI NON RAPPRESENTATIVI DEI LAVORATORI »

I Verdi del Trentino condividono la decisione di chiudere i negozi di domenica, a parte quelli inseriti in località a vocazione turistica e consentendo aperture per 15 domeniche all’anno, stabilendo in questo modo condizioni lavorative  e di utilizzo del proprio tempo di vita più umane e consone in un ambito, quello commerciale e dell’agro alimentare che non necessita, come altri, di aperture a oltranza per tutti i giorni della settimana.

Contrariamente a quanto si afferma da parte di chi si oppone a questa saggia decisione, l’apertura domenicale non garantisce né più occupazione né più consumi, che restano esattamente gli stessi ma spalmati su sette giorni anziché su sei.

Chi pone i lavoratori del commercio sullo stesso piano di chi necessariamente deve turnare su tutti i giorni della settimana, offrendo servizi di pubblica utilità che non si possono fermare, sbaglia perché la possibilità di fare la spesa, con orari quotidiani anche lunghi e per sei giorni,  avvantaggia tutti, anche i consumatori. Dover forzatamente lavorare anche le domeniche e, come consumatore, utilizzare il tempo dedicato al riposo e allo svago per fare la spesa, rende peggiore la vita di tutti.

Lo stesso ragionamento si dovrebbe fare allora per tutte le professioni che hanno orari di lavoro che in qualche caso non contemplano neppure il venerdì e permettono, correttamente, il ristoro di un fine settimana da dedicare alla famiglia, agli affetti, ai propri interessi, alla natura, allo sport, alla cultura, garantendo una qualità di vita più umana e consona al benessere fisico e psicologico. Questi lavoratori sono certamente più motivati a dare il meglio di sé nelle relative professioni perché vivono meglio.

Ci auguriamo che la decisione venga mantenuta, non facendosi condizionare da interessi che non sono rappresentativi né dei lavoratori né dei consumatori.

 

*

Lucia Coppola
portavoce dei Verdi del Trentino