INTERVISTA AL SEGRETARIO UIL TRASPORTI DEL TRENTINO

NICOLA PETROLLI

Focus su: Trasporto urbano Trento - Rovereto/Riva del Garda

 Ferrovia Trento/valli Avisio - Contratto Pat

Si è tenuto nella serata di sabato 28 novembre 2020 l’incontro preventivato tra una delegazione del Direttivo di Futura e una delegazione dell’Esecutivo provinciale dei Verdi del Trentino/Europa Verde. La riunione è durata quasi quattro ore e si è svolta in un clima di rispetto reciproco e di un franco confronto sulle rispettive posizioni.

La delegazione del Direttivo di Futura era composta da Paolo Zanella, Giulia Bortolotti, Fabiano Lorandi, Giovanni Scalfi e Nicola Serra.

La delegazione dell’Esecutivo dei Verdi del Trentino/Europa Verde era composta da Lucia Coppola, Marco Boato, Emma Di Girolamo, Giorgio Pedrotti, Chiara Torresan e Stefania Verderio.

I Verdi del Trentino hanno illustrato la loro proposta, maturata dopo le improvvise dimissioni di Paolo Ghezzi e il subentro di Paolo Zanella in Consiglio provinciale e regionale. La proposta era stata decisa in modo unanime dal Consiglio federale dei Verdi del Trentino nella seduta di lunedì 23 novembre e confermata all’unanimità nella riunione dell’Esecutivo provinciale di venerdì 27 novembre.

Secondo tale proposta, il nome del Gruppo consiliare avrebbe dovuto essere modificato in “Futura-Europa Verde”, registrando una situazione reale che vede ormai da un anno la presenza di due soggetti politici distinti, anche se compresenti nello stesso Gruppo consiliare, a seguito del rifiuto della maggioranza di Futura il 20 novembre 2019 di presentarsi insieme alle elezioni comunali del 2020 con un simbolo composito Futura-Europa Verde. In conseguenza delle improvvise dimissioni di Paolo Ghezzi, Lucia Coppola, seconda eletta nell’ottobre 2018, avrebbe dovuto assumere la responsabilità di capogruppo provinciale, mentre il subentrato Paolo Zanella avrebbe assunto la responsabilità di capogruppo regionale, cariche che in precedenza invece Paolo Ghezzi aveva inteso ricoprire entrambe personalmente.

Nel corso del dibattito, i rappresentanti di Futura hanno invece rivendicato per il neo-eletto Paolo Zanella la carica di capogruppo provinciale, demandando a Lucia Coppola quella di capogruppo regionale, mentre non hanno accettato la proposta di modifica della denominazione del Gruppo consiliare. Futura ha inoltre proposto di eventualmente ridiscutere le proposte dei Verdi/Europa Verde soltanto dopo l’effettuazione del loro Congresso provinciale, previsto per il gennaio 2021, ma mantenendo nel frattempo Paolo Zanella capogruppo provinciale e senza modificare la denominazione del Gruppo consiliare.

Di fronte alla evidente inconciliabilità delle due posizioni a confronto, i Verdi del Trentino/Europa Verde, pur con grande rammarico ed esplicita delusione, hanno preso atto del diniego ricevuto alle proprie proposte ed hanno preannunciato che la scelta di Lucia Coppola sarà quella di aderire al Gruppo Misto, assumendo in tale gruppo la rappresentanza di Europa Verde.

Prendendo atto della civiltà del confronto, anche nel radicale dissenso, sia i rappresentanti di Futura sia quelli dei Verdi del Trentino/Europa Verde, si sono ripromessi comunque una serena collaborazione politica e istituzionale, da posizioni distinte, tanto nell’ambito del Consiglio provinciale, dall’opposizione, quanto nell’ambito del Consiglio comunale di Trento, nella maggioranza del sindaco Ianeselli.

In questo spirito di rispetto reciproco, le due delegazioni si sono ripromesse di rinnovare nel prossimo futuro altri incontri tra i due soggetti politici, non più per discutere degli assetti istituzionali, ma per confrontarsi e collaborare sui comuni temi politici e programmatici. In conclusione, Lucia Coppola e Paolo Zanella si sono reciprocamente augurati buon lavoro, con l’auspicio di una proficua collaborazione, pur prendendo atto della separazione e conclusione della compresenza in un medesimo gruppo consiliare.