VIDEONEWS & sponsored

(in )

VERDI DEL TRENTINO * ELEZIONI 26 MAGGIO: « RISULTATI DAVVERO APPREZZABILI, IN PROVINCIA DI TRENTO ABBIAMO RAGGIUNTO IL 4,12 %, A TRENTO CITTÀ SIAMO AL 4,85%, A ROVERETO AL 6,31% »

I Verdi del Trentino ringraziano le elettrici e gli elettori che hanno premiato il nostro simbolo, Europa Verde, con risultati davvero apprezzabili: in Trentino abbiamo raggiunto il 4,12 %, a Trento città siamo al 4,85%, a Rovereto al 6,31%. In Alto Adige, Europa Verde si colloca all’8,67%. Dunque se si calcolasse il voto regionale in Trentino Alto Adige avremmo ampiamente superato la soglia del 4 %. E se, come in Germania, non ci fosse questa soglia avremmo ora degli eletti al parlamento europeo.

Ringraziamo anche tutti i nostri candidati e le candidate che con impegno e passione si sono generosamente spesi per far sì che gli obiettivi e il programma di Europa Verde fosse conosciuto, condiviso, compreso. Abbiamo provato a intercettare le sensibilità dei giovani, ragazzi e bambini che ci hanno chiesto con forza dalle tante piazze italiane, dalle scuole e dalle università un cambio di passo e una riconversione ecologica che è ormai inevitabile e indispensabile. Ma anche il desiderio di cambiamento in chiave ecologista di tante cittadine e cittadini che hanno sviluppato sensibilità ambientale e rifuggono dagli egoismi che negano un Futuro al nostro pianeta e alle nuove generazioni.
In particolare ringraziamo il nostro candidato di punta, Angelo Bonelli, per la sua credibilità, competenza e passione che i Trentini hanno avuto modo di conoscere e apprezzare. E tutti i militanti e i simpatizzanti che hanno dato l’anima in Trentino Alto Adige come a livello nazionale.

Il quadro generale però è davvero sconfortante, qui più che nel resto d’Italia. La Lega che stravince alle elezioni europee con cifre impensabili fino a pochi anni fa, l’esito delle elezioni suppletive che vedono la vittoria dei candidati leghisti Sutto e Loss nei collegi della Valsugana e di Trento, ci raccontano di un Trentino che vira fortemente a destra. E questo non ci fa ben sperare, naturalmente, rispetto a un assetto nazionale e locale all’insegna della democrazia, dell’antifascismo, dell’antirazzismo e di politiche ambientali sostenibili.

Le candidate di Alleanza Democratica e Autonomista, Giulia Merlo e Cristina Donei, compatibilmente con le difficoltà dei rispettivi collegi, hanno ottenuto buoni risultati e le ringraziamo di cuore perché si sono rese disponibili con generosità e molto coraggio, portando avanti con forza i valori condivisi da tanta parte della popolazione trentina: ambiente, dignità del lavoro, autonomia solidale, accoglienza, politiche sociali e sanitarie che rispondano ai bisogni di tutti i cittadini, in particolare dei più fragili, dei giovani, degli anziani.

Confidiamo nel fatto che i 70 seggi conquistati dai Verdi a livello europeo tutelino anche noi, in un Europa democratica e non sovranista che sia al servizio di tutti, secondo i desideri dei padri fondatori. Che consenta benessere diffuso e lotta ai cambiamenti climatici. Una Europa di pace, solidale, accogliente, giusta. Di ponti e non di muri e filo spinato.

*

Lucia Coppola
Portavoce dei Verdi del Trentino