VIDEONEWS & sponsored

(in )

UNCEM * NEXT GENERATION EU – PROPOSTE MONTAGNA: « PIANO NAZIONALE RIPRESA E RESILIENZA, OTTO SFIDE NEI CONTESTI TERRITORIALI ITALIANI » (PDF DOSSIER)

Uncem ha avuto modo da agosto 2020 di partecipare alle sedute del Comitato intermini- steriale Affari europei e del Comitato tecnico che hanno definito le linee guida e gli assi di azione del Piano nazionale per la Ripresa e la Resilienza, per l’accesso alle risorse UE del Next Generation UE, il “Recovery Plan”.

Uncem ha sottolineato al Governo, al Parlamento, alla Conferenza delle Regioni alcune urgenze nate anche dal lavoro svolto negli Stati generali della Montagna, avviati nel luglio 2019 a Roma e proseguiti sino a luglio 2020 in diverse tappe di incontro e dialogo con i territori e tutti gli stakeholder, pubblici e privati.

A differenza di altre organizzazioni, Uncem non ha mai fatto richieste di percentuali di risorse del Recovery Plan per questo o quel progetto. Le schede sono state presenta- te dai Ministeri e come componenti della CIAE Uncem ha fornito punti di analisi e integra- zioni al lavoro dei Ministeri.
Abbiamo però fatto una serie di considerazioni che sono attualissime oggi.
Poniamo la “questione territoriale”.

Perché non vi è solo una sperequazione nord-sud (la “questione meridionale”), una don- na-uomo (la “questione femminile”), una giovani-adulti (la “questione generazionale”).
Le geografie, gli spazi, i luoghi, non vanno tralasciati quale elemento centrale per la riduzione delle sperequazioni territoriali, di genere, economiche, sociali, e delle disuguaglianze.

Sappiamo che alle polarizzazioni Nord-Sud, si unisce lo scarto tra aree urbane e mon- tane, che le risorse europee dovrà colmare. Nelle Alpi e negli Appennini, investire fondi e programmare azioni specifiche sugli assi della sostenibilità e dell’innovazione, genera coesione. Generare crescita nei territori rurali e montani va a vantaggio di tutti.

La transizione green del Paese si fa solo coinvolgendo i territori, le aree montane del Paese, gli Enti locali.
L’innovazione è il punto di partenza per la coesione l’unità del Paese. Per essere smart. E green.

La Commissione Europea chiede a tutti gli Stati di dire come tutte le misure che verranno individuate nei PNRR contribuiscono a rendere i Paesi più green e più smart. Non solo quelle specifiche componenti. Ma tutte le misure.

Uncem ci crede e chiede venga percorsa questa strada, inclusiva e unica possibile.

 

 

Loader Loading...
EAD Logo Taking too long?

Reload Reload document
| Open Open in new tab

Scarica PDF [30.66 MB]