VIDEONEWS & sponsored

(in )

UIL – TRENTINO * GESTIONE M49: ALOTTI, « L’ASSESSORA ZANOTELLI O IL DOTT. MASÈ FACCIANO UN PASSO INDIETRO, SI ESIGE UN ATTO FORMALE DI ASSUNZIONE DI RESPONSABILITÀ »

Imbarazzante gestione M49 “Papillon”: L’assessora Zanotelli o il dott. Mase’, dirigente generale responsabile di foreste e fauna selvatica facciano un passo indietro.

Il discredito reputazionale dell’amministrazione,  del Corpo Forestale provinciale e di tutti i trentini, conseguente all’imbarazzante vicenda di M49, “l’orso Papillon evaso due volte”, esige un atto formale di assunzione di responsabilita’, per l’accaduto, da parte della Giunta provinciale. .

La Uil chiede quindi che l’Assessora Zanotelli o per lo meno il Dirigente generale alle Foreste ed alla fauna selvatica, dott. Mase’, rassegnino le dimissioni dal loro incarico.
In un frangente politico e amministrativo in cui la Giunta spesso si concentra sull’efficienza ed efficacia del lavoro pubblico ed in particolare dei propri dipendenti provinciali, ravvediamo l’assoluta opportunita’ di una  doverosa assunzione di responsabilita’ da parte della guida politica del settore e di chi dirige da  un decennio  quel settore e non puo’ abdicare al proprio ruolo, tanto meno a quello di guida della polizia forestale provinciale, competente per la sicurezza nelle foreste e nell’ ambiente naturale dei trentini e degli ospiti del Trentino, messa pesantemente in discussione.

 

*

Walter Alotti

Segretario generale
UIL del Trentino

 

*
Foto – archivio Provincia autonoma Trento