VIDEONEWS & sponsored

(in )

UIL TEC – TRENTINO * HYDRO DOLOMITI ENERGIA: « CONTINUANO GLI INFORTUNI GRAVI E I PROBLEMI SULLA SICUREZZA »

Esprimiamo la massima solidarietà verso il nostro Delegato Uiltec che nell’esercizio del proprio dovere è incorso in un grave infortunio come riportato in data 13/05 sulla stampa. Si tratta però almeno del quarto incidente infortunistico grave avvenuto negli ultimi due anni a dei lavoratori di Hydro Dolomiti Energia. Dati anche i recenti scontri con la Direzione aziendale in tema proprio di prevenzione, salute e sicurezza per la dotazione di mascherine in Dolomiti Ambiente (Gruppo Dolomiti Energia) siamo seriamente preoccupati per le politiche di tutela dei lavoratori in un’azienda dalla quale ci aspettiamo una sensibilità massima data la sua costituzione azionaria a forte partecipazione pubblica e la sua figura di gestore di servizi pubblici essenziali.

Relativamente alla mansione ricoperta proprio dal nostro delegato incorso nell’infortunio, ossia la Guardiania delle Dighe precisiamo che si tratta di un ruolo da sempre riconosciuto (sin da quando lo Stato Italiano si chiamava ancora Regno D’Italia) dal ministero e dallo Stato, ad oggi seguito dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che comporta mansioni quali ad esempio la misurazione degli smottamenti/cedimenti del terreno e pulizia dei canali, lavori che sono di fondamentale importanza per la sicurezza di noi tutti. Si tratta inoltre di un lavoro rischioso, pericoloso, isolato (in caso di infortunio può essere raggiunto meteo permettendo, solo dall’Elicottero), faticoso (per raggiungere i luoghi di lavoro utilizzano ciaspole, imbragature, funivie, carrelli di piani inclinati, ecc) e proprio per questi motivi abbiamo invitato l’azienda per anni a fare dei turni di Guardiania che contemplassero almeno due lavoratori per turno.

Nell’episodio di ieri infatti per fortuna si è verificato in presenza di altri colleghi in quanto avvenuto durante la manutenzione, se si fosse verificato durante il turno di guardiania non sarebbe stato possibile avvisare i soccorsi. Siamo molto dispiaciuti per quanto accaduto, un avvenimento che va a colpire una categoria di lavoratori già molto amareggiati e bistrattati, i guardiani che sono già stati recentemente oggetto inspiegabilmente di un taglio economico da parte di Hydro Dolomiti Energia di circa 150 euro al mese. Ci faremo promotori di sensibilizzare l’azienda alla salute, sicurezza, prevenzione e diritti sindacali dei lavoratori.