VIDEONEWS & sponsored

(in )

UIL FPL SANITÀ – TRENTINO * INDENNITÀ MALATTIA INFETTIVE: VARAGONE, « CHIEDIAMO ALL’APSS DI CONVOCARCI URGENTEMENTE PER FAR SÌ CHE AI LAVORATORI ARRIVI QUANTO DOVUTO »

Giuseppe Varagone, Segretario della UIL FPL Sanità del Trentino, interviene in merito alla Delibera Provinciale finalizzata all’estensione dell’indennità di malattia infettive, come previsto dal Contratto collettivo provinciale di lavoro 2006/2009 a Tutto il personale che da marzo a dicembre 2020 è stato impegnato in prima linea a fronteggiare l’emergenza Covid-19.

Questa notizia viene accolta con favore riferisce Varagone, e da merito alla Giunta Fugatti che le richieste da noi da mesi avanzate sono state accolte e mantenute a partire dal premio conid-19 fase 2 ed ora all’estensione dell’indennità malattie infettive a Tutto il personale coinvolto compreso chi ha già una indennità per altre specificità previste dal contratto di lavoro vigente. Ora chiediamo all’Apss di convocarci urgentemente per far sì che ai lavoratori arrivi quanto a loro dovuto.

Come UIL FPL Sanità abbiamo fatto presente che la platea dei beneficiari menzionati attraverso gli organi di stampa (infermieri e O.S.S.) deve essere estesa anche a quei Lavoratori che hanno contribuito a fronteggiare questa emergenza come i Coordinatori, Tecnici Sanitari di laboratorio e di Radiologia, Fisioterapisti, Perfusionisti, Assistenti Sanitari, Ortottisti, Ostetriche, OTAS, Audiometristi ed ecc….

Ora chiediamo alla Giunta Fugatti di dare risposta alla seconda ondata covid-19 quindi da ottobre a tutt’oggi finalizzando nuove risorse economiche atto a dare risposte a questi professionisti della Sanità pubblica e privata Trentina.

Varagone fa presente che la sanità privata del Trentino che ha contribuito a fronteggiare tale emergenza non deve essere dimenticata visto che quelle strutture hanno dato e continuano a darlo agli Ospedali pubblici Trentini.

Nella riunione tenutasi in videoconferenza venerdì c.m. tra l’Apss e le parti Sociali abbiamo sollecitato la riapertura del tavolo contrattuale per la chiusura degli articoli rimasti in sospeso del CCPL 2016/2018 parte economica e tutta la parte giuridica a partire dal riconoscimento a tutto il Personale compreso di opera su 2 turni e chi a giornata dei minuti vestizione/svestizione come previsto dal CCNL 2016/2018 Nazionale.

 

*
Giuseppe Varagone
Segretario della UIL FPL Sanità del Trentino