VIDEONEWS & sponsored

(in )

UIL FPL SANITÀ * OSPEDALE SAN CAMILLO – TRENTO: VARAGONE, « LAVORATORI DISCRIMINATI, SCORRETTO NON VOLERE PAGARE LE SPETTANZE CONTRATTUALI »

Giuseppe Varagone Segretario Provinciale della Uil Fpl Sanità interviene nuovamente a favore dei lavoratori dell’Ospedale San Camillo di Trento, perché codesta Struttura a tutt’oggi non ha adempito al pagamento degli arretrati contrattuali e premio Covid-19.Come Uil Fpl Sanità ci siamo immediatamente attivati tramite missiva inviata all’Assessore alla Salute e Politiche Sociali Stefania Segnana portandola a conoscenza di questa grave discriminazione.

Facciamo presente che eravamo già intervenuti in Novembre 2020 e nulla è cambiato in questi mesi, ricordiamo che questi Lavoratori come i colleghi delle altre strutture Ospedaliere Trentine sono stati impegnati a fronteggiare l’emergenza Covid -19 sia nella prima ondata di marzo che quella che stiamo vivendo a tutt’oggi.

Riteniamo scorretto e grave come l’Ospedale San Camillo di Trento, che ha sempre negli anni regolarmente ricevuto i rimborsi provinciali, si rifiuti ancor oggi a non voler pagare le spettanze contrattuali a questi Lavoratori; spettanze che dovevano essere già pagate nel 2020 e cosi come tra l’altro hanno fatto tutte le altre strutture della Sanità Privata aderenti al contratto Aris e AIOP presenti sul territorio Trentino.

Altrettanto grave dicasi del premio Covid, che il San Camillo non ha ancora erogato ai Lavoratori nonostante la Provincia si sia già fatta carico del 50% degli oneri dello stesso.
ci domandiamo come mai un istituto religioso come quello dell’Ospedale San Camillo di Trento abbia preso unilateralmente una decisione che ancora una volta discrimina questi lavoratori i quali da 14 anni attendevano l’applicazione del contratto.

il Segretario conclude invitando il Presidente della Provincia Autonoma di Trento Maurizio Fugatti e l’Assessore alla Salute e Politiche Sociali Stefania Segnana ad intervenire in merito a questa ingiusta decisione presa a discapito di questi lavoratori.

Se ciò non dovesse avvenire, ci riserviamo di adottare tutte le azioni previste dalla legge.

 

*
Giuseppe Varagone

Segretario Provinciale Uil fpl sanita’