Intervista a Marina Mattarei

- ex Presidente Federazione Trentina della Cooperazione -

Anche dalla stampa di oggi l’ennesimo smacco a lavoratori e lavoratrici trentine:

– riconoscimenti minimi per i lavoratori del socio-sanitario-assistenziale che hanno lavorato nel periodo d’emergenza, e solo per pochi;

– linee guida sulla sicurezza dei nidi mai condivise con le Organizzazioni sindacali (e che confondo i bambini della fascia 0-3 con quelli più grandi della Scuola infanzia fascia 3-6).

– dipendenti provinciali mandati in ufficio con una semplice circolare mai condivisa (e senza una valutazione se la circolare precedente fosse stata correttamente applicata).

L’ennesimo esempio di come questa Giunta considera i lavoratori e le lavoratrici del pubblico impiego e dei servizi pubblici più in generale.

A questo va aggiunto lo scippo delle risorse contrattuali che sono state destinate ad altre emergenze.

A nulla evidentemente stanno servendo le ore di videoconferenza con gli uffici deputati provinciali a discutere ci dome far ripartire il Trentino; a nulla servono le pagine di osservazioni e proposte che la UIL FPL e le altre Organizzazioni sindacali stanno inviando agli Assessori di riferimento al fine di lavorare insieme per far ripartire il nostro territorio: siamo stati oggetto dei più beceri attacchi anche nei luoghi istituzionali, come fossimo solo retaggi del passato, istituzioni ammuffite che non hanno idee e che non rappresentano più i lavoratori “quelli veri!”.

Questa Giunta è solo fortunata che non si può chiedere alla gente, quella vera, di scendere in piazza a protestare perché altrimenti vedrebbe il Trentino, quello vero, esprimere tutta la sua indignazione verso una politica che non conosce il mondo del lavoro pubblico trentino ed i Servizi preziosi che queste persone garantiscono tutti i giorni ai cittadini.

Evidentemente Fugatti e compagnia vogliono solo cercare lo scontro e evitare un confronto sulle idee e le proposte che non saprebbero sostenere.

 

*

La Segretaria provinciale
UIL FPL Enti Locali
Marcella Tomasi