VIDEONEWS & sponsored

(in )

UIL FPL ENTI LOCALI * EMERGENZA COVID-19: TOMASI, « SITUAZIONE CRITICA PER ASILI NIDO E SCUOLE DELL’INFANZIA, PRONTE A SCENDERE IN PIAZZA A TUTELA DELLA SICUREZZA DI TUTTO IL PERSONALE »

Emergenza covid-19: nidi d’infanzia a rischio. A qualche mese dalla riapertura dei servizi educativi l’immagine collettiva è quella di servizi riorganizzati, che funzionano e garantiscono la sicurezza di utenti ed operatori.

Alle famiglie arriva una visione positiva, con bambini sereni e contenti di aver ritrovato un po’ della quotidianità che per diversi mesi è stata stravolta dall’emergenza.

In questi giorni arrivano ai nostri uffici numerose segnalazioni di educatrici/ori esauste, costrette a coprire turni di 10 ore a causa della mancanza di personale che non viene sostituito.
Comuni che in risposta chiedono di resistere fino alla fine delle risorse interne, mentre educatrici dei servizi privati, affidati alle cooperative sociali vedono il loro orario ridotto di giorni in giorno o personale ancora in cassa integrazione

Nei servizi, oltre al personale risultato positivo, risultano assenti anche le/gli educatrici/ori e gli operatori d’appoggio in attesa di tampone. In queste situazioni mancano del tutto le indicazioni operative e per la gestione delle comunicazioni con le famiglie che chiedono informazioni puntuali rispetto al possibile contatto dei loro bambini con educatrici/ori o bambini positivi, ricordando che la maggior parte di loro ha costanti contatti con i nonni, parte della popolazione più fragile che si chiede di tutelare.

Anche i DPI vengono forniti in maniera creativa a seconda dei comuni, che in alcuni casi incoraggiano il personale a comprarli di tasca loro, togliendosi in questo modo la responsabilità di fornire i Dispositivi di Protezione necessari.

E’ necessario un intervento urgente attraverso la fornitura di mascherine FFP2 e effettuazione di tamponi periodici, che tuteli maggiormente il personale che quotidianamente si trova a lavorare con bambini che non indossano la mascherina e che necessitano della vicinanza e della cura dell’adulto.

Abbiamo scritto una lunga lettera di segnalazioni ad assessorato, dipartimento e APSS perché non possiamo tacere le continue segnalazioni che ci arrivano: grida di aiuto di insegnanti lasciate sole a gestire l’emergenza!

Siamo anche pronte a scendere in piazza a tutela della sicurezza di tutto il personale delle scuole!

 

*

Marcella Tomasi

Segretaria UIL FPL Enti Locali

EMERGENZA COVID-19: INSEGNANTI scuola dell’infanzia A RISCHIO

In questi giorni arrivano ai nostri uffici numerose segnalazioni rispetto alla presenza di casi di positività del personale nelle Scuole dell’infanzia. In alcune scuole oltre al personale già risultato positivo sono assenti molti insegnanti e operatori in attesa di tampone. In queste situazioni mancano del tutto le indicazioni operative comprese quelle sulla gestione delle comunicazioni con le famiglie che chiedono informazioni puntuali rispetto al possibile contatto dei loro bambini con insegnanti o compagni positivi.

Dalle molte scuole giungono notizie di insegnanti che hanno avuto contatti con genitori risultati in seguito positivi, di insegnanti che vengono posti in sostituzione di colleghi assenti positivi al tampone, il tutto senza che la scuola abbia ricevuto segnalazione alcuna da parte degli uffici del Dipartimento Prevenzione dell’Azienda Sanitaria.

Alla popolazione viene chiesto di evitare il contatto dei bambini con i nonni ma alle insegnanti con la stessa età anagrafica viene chiesto di lavorare con 23 bambini o in sostituzione di colleghe/i assenti perché positivi.

E’ necessario un intervento urgente attraverso la fornitura di mascherine FFP2 e l’effettuazione di tamponi periodici, che tuteli maggiormente il personale che quotidianamente si trova a lavorare con bambini che non indossano la mascherina e che necessitano della vicinanza e della cura dell’adulto: assurdo poi che in alcune scuole venga detto di acquistarsi autonomamente le FFP2 quando devono essere fornite dal datore di lavoro (la Provincia!).

Abbiamo scritto una lunga lettera di segnalazioni ad assessorato, dipartimento e APSS perché non possiamo tacere le continue segnalazioni che ci arrivano: grida di aiuto di insegnanti lasciate sole a gestire l’emergenza!

Siamo anche pronte a scendere in piazza a tutela della sicurezza di tutto il personale delle scuole!

 

*

Marcella Tomasi

Segretaria UIL FPL Enti Locali

Marcella Tomasi