VIDEONEWS & sponsored

(in )

UIL FP – TRENTINO * RSA: « MODIFICATE LE LINEE GUIDA SULLA SICUREZZA, NESSUN COINVOLGIMENTO DELLE ORGANIZZAZIONI SINDACALI »

Rsa: modificate le linee guida sulla sicurezza nessun coinvolgimento delle organizzazioni sindacali.

Le Linee guida per la sicurezza nelle RSA pubbliche e private modificate senza consultare, per l’ennesima volta, le organizzazioni sindacali che rappresentano il personale: inaccettabile!

L’Assessorato alla Salute ha nuovamente modificato le Linee guida sulla sicurezza ma lo abbiamo appresto dalle comunicazioni degli Enti.
Cosa ancor più grave che, all’interno del testo, ci sia la previsione di integrazioni attraverso delle circolari di APSS, senza nessun coinvolgimento ne degli Enti, né tantomeno delle parti sociali e del personale.

Infatti è stata emanata una circolare che integra, in tema di tamponi, le Linee guida, escludendo, dallo screening periodico, tutti gli operatori che avevano contratto il Covid-19 durante la prima fase della pandemia: ciò significa dare per scontato che questi operatori sono guariti e non potranno più essere contagiati.

In questo momento in cui sono poche le certezze sul Covid-19, ci sembra scellerato togliere dai “radar” di controllo di APSS gli operatori che si sono ammalati questa primavera considerandoli immuni alla malattia, senza avere dati scientifici in termini di contagiosità ed evoluzione del virus.

Questo è un modo per rendere meno sicure le RSA e i residenti, e, di conseguenza, i dipendenti e le loro famiglie.
Inspiegabile poi il mancato coinvolgimento del Tavolo di lavoro Covid sulle RSA ed in particolare delle Organizzazioni sindacali in questa fase così delicata della seconda ondata dei contagi.

La UIL FPL ha sempre collaborato fattivamente per sostenere il sistema e gli operatori che ci lavorano, ma sono pronti allo scontro con l’Assessorato e la Giunta se non rimetteranno al centro la sicurezza di questo personale.

 

*
Marcella Tomasi

Segretaria Prov.le
UIL FPL ENTI LOCALI