VIDEONEWS & sponsored

(in )

UCIPEM TRENTO * FUGATTI IN VISITA AL CONSULTORIO: « OLTRE 5.600 GLI ACCESSI AL SERVIZIO NEL SOLO 2018 »

Visitato nei giorni scorsi dal presidente Fugatti, conta oltre 5.600 accessi .Consultorio UCIPEM di Trento, da oltre 50 anni a servizio delle famiglie.

Un fiore capace di sopportare gli inverni e le tempeste, ma che richiede rispetto dell’habitat in cui mette le sue radici: è il papavero, che è stato scelto per rappresentare idealmente il Consultorio Familiare UCIPEM, attivo a Trento da oltre 50 anni. Il presidente della Provincia Maurizio Fugatti lo ha visitato nei giorni scorsi, accolto dai rappresentanti della Onlus UCIPEM, la presidente Enrica Tomasi, il direttore Luca Bonini e da alcuni consiglieri, che hanno spiegato come i principi alla base del consultorio siano l’ascolto e il rispetto dei singoli, delle coppie e delle famiglie che si rivolgono al centro per “restaurare” le loro relazioni interpersonali.

Obiettivo di chi opera al Consultorio Familiare Ucipem è quello di attivare le risorse ancora presenti nella situazione per risolverne le difficoltà. Il consultorio si avvale di una équipe interdisciplinare di 15 psicoterapeuti, una sessuologa, quattro consulenti familiari ed una mediatrice familiare che ogni settimana si confrontano ed intervengono per la risoluzione dei singoli casi. Oltre all’attività istituzionale, sono molti i progetti Ucipem il cui cuore è il lavoro di consulenza psicologica. Nell’incontro è stata presentata l’esperienza degli Open Space – gli sportelli di consulenza all’interno di molte scuole trentine per sostenere i giovani nella fase dell’adolescenza – ed il progetto Pinocchio che da oltre 15 anni si dedica alle famiglie più fragili. Queste attività sono affiancate dalla formazione e dalla ricerca, un’area dove l’alto livello di professionalità si coniuga con progetti universitari.

“Stiamo sviluppando un modello di psicoterapia di coppia che possa essere esteso ad altri consultori ed inserito nei LEA” spiega il direttore Bonini ”nel 2018 abbiamo avuto un incremento significativo della prestazioni, oltre 5.600, un numero molto importante che supera di circa 700 unità i dati dell’anno precedente.” “Importantissimo, poi, il supporto del volontariato”, ha continuato Enrica Tomasi, spiegando che il servizio consultoriale Ucipem, da sempre, è gestito da un’associazione di soli volontari. Anche gli operatori dedicano una parte del loro tempo in forma gratuita, la sfida è quella di continuare a coniugare questa dimensione con la professionalità, la cura delle relazioni e la ricerca. La Provincia, ha precisato in conclusione il direttore, “ci auguriamo continui a sostenere le famiglie consentendo a servizi multidisciplinari come questo di operare e svilupparsi”.