TRENTINO SVILUPPO * ASSOCIAZIONE NAZIONALE DEI PARCHI SCIENTIFICI E TECNOLOGICI ITALIANI: LUCA CAPRA È IL NUOVO VICEPRESIDENTE

Trentino Sviluppo: Luca Capra nuovo vicepresidente di Apsti. L’Associazione comprende 24 tra i principali parchi scientifici e tecnologici italiani. Un ulteriore riconoscimento al “modello Trentino” di supporto a startup e Pmi innovative.

Luca Capra, vicedirettore dell’Area Incubazione e Startup di Trentino Sviluppo, è stato eletto vicepresidente del nuovo Consiglio direttivo di Apsti, l’Associazione Nazionale dei Parchi Scientifici e Tecnologici italiani, il network che comprende 24 tra i principali parchi scientifici e tecnologici italiani. A guidare l’Associazione per il prossimo triennio sarà Fabrizio Conicella, general manager di Bioindustry Park di Colleretto Giacosa (Torino), con l’obiettivo di portare Apsti verso nuovi traguardi nell’ambito di un ecosistema dell’innovazione sempre più complesso.

I Parchi scientifici e tecnologici italiani, con oltre 900 mila metri quadrati di superficie complessiva, 600 addetti, 72 mila metri quadrati di spazi dedicati alla ricerca pubblica e privata, 11 mila lavoratori insediati, 3 mila aziende ospitate (tra le quali 176 startup innovative e 100 PMI innovative) – 120 delle quali ospitate nei sei “incubatori d’impresa” (Business Innovation Centre) di Trentino Sviluppo – rappresentano un’importante realtà in grado di sviluppare innovazione industriale partendo dalla ricerca e dallo startup di impresa verso il mercato.

Il nuovo presidente di Apsti, Fabrizio Conicella (Bioindustry Park Silvano Fumero), sarà affiancato dal vicepresidente Luca Capra (Trentino Sviluppo). Il direttivo è completato da Gianluca Carenzo (past President), Stefano Casaleggi (Area Science Park), Francesco Senatore (Toscana Life Sciences), Salvatore Majorana (Kilometro Rosso), Giuseppe Scuderi (PST Sicilia), Maria Silvia (Great Campus PST Genova), Stefano Soliano (ComoNexT), Tommaso Mazzocchi (Polo Tecnologico di Pavia), Francesca Gambarotto (Galileo Visionary District).

Il rinnovato Direttivo ha messo tra le priorità le relazioni istituzionali, a partire da quelle con i Ministeri MISE e MIUR, coinvolti nella gestione delle politiche di innovazione, e con il mondo della finanza di rischio e del venture capital, lo sviluppo delle competenze tecnologiche e delle filiere produttive, candidandosi a guida nei processi di innovazione nazionale.

L’incarico affidato a Luca Capra segue le recenti nomine del management di Trentino Sviluppo nell’Organismo di Coordinamento e Gestione del Cluster Fabbrica Intelligente e nel board di IBAN, l’associazione italiana dei Business Angels. Un ulteriore riconoscimento all’eccellenza del sistema trentino di sostegno alle startup e all’innovazione, sempre più apprezzato in Italia e indicato come modello su scala nazionale.