VIDEONEWS & sponsored

(in )

TRENTINO MARKETING * “ SUONI DELLE DOLOMITI “: « OGGI IN SCENA L’ESIBIZIONE DI NICCOLÒ FABI, AL RIFUGIO MICHELUZZI IN VAL DI FASSA »

Nell’aria di festa che assume ogni ultimo appuntamento de I Suoni delle Dolomiti, oggi 24 settembre è andata in scena l’esibizione di Niccolò Fabi nei pressi del Rifugio Micheluzzi in Val di Fassa.

Un cielo senza nuvole e un’aria tersa – speciale regalo di settembre in montagna – che ha esaltato i colori di una natura pronta al mutare delle stagioni ha accolto la conclusione di un’edizione decisamente speciale. Non è un caso forse che, proprio l’inizio di un concerto minimale, ma intensissimo che ha premiato il folto pubblico presente, abbia preso il via con “Filosofia agricola” dall’album “Una somma di piccole cose” in cui lo scorrere del tempo, l’incontro tra una natura incantevole e la ricerca di libertà segnano vari passaggi del brano.

Ad arricchire la performance di Fabi anche Roberto Angelini e Pier Cortese, compagni di un viaggio a ritroso tra alcuni dei suoi brani più recenti, così come tra quelli più noti e amati. Tutti indistintamente caratterizzati da melodie orecchiabili e originali, testi pieni di umanità e interiorità. Cifre stilistiche che hanno reso il cantautore romano uno degli artisti più amati e seguiti del panorama musicale italiano.
Ecco quindi “Una somma di piccole cose”, “E non è”, e ancora “Amori con le ali”, “Ecco”, “Ostinatamente” che hanno poi lasciato il passo a cavalli di battaglia come “Vento d’estate” o “Costruire”, quest’ultima introdotta dal ricordo di quel doloroso 2010 in cui il suo primo incontro con i Suoni lo aiutò “a ritrovare la strada”.

In un crescendo di emozione e ritmo, sostenuto dal pubblico con cui ha duettato e che non ha mai fatto mancare il proprio apporto con applausi ritmici, il concerto è proseguito sulle note di “Una buona idea”, “Il negozio di antiquariato” per concludersi in danza con il gran finale di “Lasciarsi un giorno a Roma”.