VIDEONEWS & sponsored

(in )

TONINI (PD) * NORMA “GRANDI CARNIVORI”: « LE MOTIVAZIONI DELLA CORTE SULLA COSTITUZIONALITÀ SONO IMPORTANTI PER LA NOSTRA AUTONOMIA »

Le motivazioni della Corte su costituzionalità della norma “grandi carnivori” importanti per la nostra autonomia. Le motivazioni che accompagnano il giudizio di legittimità costituzionale espresso della Corte riguardo alla norma trentina sui i grandi carnivori, fissano alcuni punti di grande interesse la nostra autonomia.

Innanzitutto la collocano nel più ampio contesto europeo, con buona pace delle retoriche sovraniste, specificando spetti proprio alla dimensione sovranazionale il ruolo di indirizzo normativo, e chiarendo al contempo come questo preveda esplicite deroghe ai divieti di uccisione delle specie protette, quando necessarie per la salvaguardia di altri interessi.

Infine, precisando spetti agli Stati il compito di bilanciare la difesa della vita dei grandi carnivori e la tutela degli ulteriori interessi con i quali questa potrebbe entrare in contrasto, riconoscendo poi nel nostro caso alla Provincia il compito di operare in salvaguardia di questo bilanciamento e nel rispetto delle condizioni e dei limiti derivanti dai vincoli europei e internazionali.

Un pronunciamento che attribuisce dunque il potere di deroga a livello decentrato, e che nel riconoscere la bontà dell’iniziativa normativa voluta dalla Provincia nella scorsa legislatura, impegna in modo inequivocabile l’attuale Giunta ad esercitare le proprie prerogative affinché la presenza dei grandi carnivori e gli ulteriori interessi della comunità trentina siano bilanciati. Dunque l’esatto opposto della linea dell’inconciliabilità tra due realtà con la quale il presidente Fugatti, qualche settimana fa, cercava forse di scacciare le responsabilità di governo che oggi la Corte gli restituisce.

 

*

cons. Giorgio Tonini