VIDEONEWS & sponsored

(in )

TONINA * QUESTION TIME: ” ADOZIONE DISCIPLINA SU INTERVENTI DI MIGLIORAMENTO PATRIMONIO SILVO-PASTORALE DEGLI ENTI LOCALI “

Appena finita la presentazione del cons. Mario Tonina in Consiglio provinciale di una Question time intitolata “adozione della disciplina sugli interventi di miglioramento del patrimonio silvo-pastorale degli enti locali”

“La legge di stabilità provinciale 2018” ha esordito il consiglier Tonina “ha abrogato (art. 42, comma 11), con decorrenza 1.01.2018, gli artt. 93, 94 e 95 della l.p. 11/2007 (legge provinciale sulle foreste e sulla protezione della natura), riguardanti il fondo forestale provinciale, oggetto, tra l’altro di disciplina regolamentare.”

“La soppressione di tale fondo” ha continuato Mario Tonina “largamente apprezzato ed utilizzato dagli enti locali, è da correlare al d. lgs. n. 118/2011 in materia di armonizzazione dei sistemi contabili delle gestioni fuori bilancio. La materia è stata ridisciplinata dall’art. 91 bis della l.p. 11/2007, prevedendo l’obbligo da parte degli enti locali di versare sul bilancio provinciale una quota degli introiti derivanti dalle utilizzazioni boschive ed il vincolo per la Provincia di utilizzare tali somme esclusivamente per l’esecuzione di interventi di miglioramento e compensativi.

L’art. 91 bis prevede (comma 4), l‘adozione da parte della Giunta provinciale di una deliberazione finalizzata ad individuare, tra l’altro, le tipologie di interventi di miglioramento finanziabili, le spese ammissibili, nonché le modalità di concessione ed erogazione del finanziamento, rendendo così operativa la disciplina legislativa dettata dall’art. 91 bis.

“La soppressione del Fondo forestale” si è apprestato a concludere il suo primo intervento Tonina “come si può immaginare, ha messo in difficoltà diversi Enti Locali che hanno sempre apprezzato ed utilizzato questi fondi per eseguire interventi di miglioramento del patrimonio silvo-pastorale e attualmente – molti Comuni – si trovano in difficoltà sia per completare lavori forestali che, in assenza del Fondo, sono stati sospesi che per l’impossibilità di progettare e/o realizzare nuove opere e infrastrutture forestali; ciò fintanto che la Giunta provinciale non adotta la delibera riguardante i nuovi criteri di funzionamento.”

Tutto ciò premesso, il cons. Mario Tonina ha richiesto all’ass. competente a che punto sia l’iter della citata deliberazione e i relativi tempi di adozione.

In risposta l’assessore Dallapiccola ha ricordato come la soppressione del Fondo forestale sia stata una scelta obbligata per adempiere a una modifica disposta dalla nuovo legge di armonizzazione dei sistemi contabili “per quanto riguarda la delibera necessaria ad attivare quanto richiesto dal cons. Tonina però” ha ripreso “sono lieto di comunicare che la stessa è già in fase di approntamento da parte delle strutture provinciali competenti e che a breve sarà portata in Giunta per dare il via ai finanziamenti necessari.”

Nella replica Tonina ha dichiarato “Ringrazio per la risposta che mi vede soddisfatto, in quanto, pur comprendendo le difficoltà che ci possono essere a seguito dell’adeguamento alle disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili, sono convinto che in un momento come quello attuale, deve essere prioritario mettere in campo tutte quelle azioni che direttamente o indirettamente, possono avere ricadute economiche oltre che ambientali.”

“Credo quindi che” ha concluso il cons. Tonina “riguardo il nuovo fondo forestale, non si debba tardare ulteriormente e auspico che l’approvazione della delibera già citata possa avvenire quanto prima, anche perché, come sappiamo, i lavori previsti con questi fondi non possono essere eseguiti durante tutte le stagioni.Ricordo inoltre che tali fondi sono risorse dei Comuni di cui, in questo momento, non possono disporre.”