News immediate,
non mediate!
Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

SPS – SCUOLA DI PREPARAZIONE SOCIALE * PROGETTO ” LIBERI DA DENTRO “: QUARTA TAPPA IL 26 APRILE ALLA FONDAZIONE DEMARCHI A TRENTO

Scritto da
17.06 - mercoledì 25 aprile 2018

Anche Giorgio Bazzega a Trento per testimoniare l’efficacia della giustizia riparativa; giovedì 26 aprile, dalle 17.00 alle 19.00, presso Fondazione Demarchi a Trento, in piazza santa Maria Maggiore, n.7.

Il quarto appuntamento degli incontri settimanali del percorso culturale “Punire, Rieducare, Riparare? Riflessioni sulla sanzione penale oggi in Trentino” avrà come oggetto un tema poco conosciuto e poco riconosciuto, la Giustizia Riparativa, e vedrà oltre alle riflessioni teoriche, la partecipazione di testimoni diretti di esperienze di mediazione.

Per facilitare la riflessione interverrà Loris Forti, presentando il pensiero sulla giustizia del filosofo francese Paul Ricoeur, che a partire dal fallimento della giustizia retributiva cerca di proporre un nuovo paradigma.

Daniela Arieti, mediatrice, illustrerà il concetto di giustizia riparativa e le pratiche di mediazione presenti in Italia, portando l’esperienza pluriennale dello Sportello Giustizia Riparativa del Trentino -SudTirolo.

Porteranno inoltre la propria testimonianza diretta di percorsi di Giustizia Riparativa:

alcuni vigili urbani e alcuni ragazzi autori di reato che hanno partecipato ad un percorso di mediazione presso lo Sportello Giustizia Riparativa di Trento.

Giorgio Bazzega (figlio del poliziotto Sergio Bazzega, ucciso nel 1975 dal giovane brigatista rosso Walter Alasia), che ha partecipato ad un lungo percorso di incontro e ascolto tra vittime e autori del terrorismo, guidato dai mediatori Guido Bertagna, Adolfo Ceretti e Claudia Mazzucato.

La storia di Giorgio è stata una storia di rabbia, di periodi “che mi facevo di cocaina senza ritegno. Mi ero fatto anche una lista con nomi e cognomi per andare a prendere a casa e ammazzare tutti quelli che facevano parte dell’organizzazione”. Dell’esperienza di dialogo e giustizia riparativa dice: “Ho superato i miei traumi affrontando i miei “mostri” e finalmente ho raggiunto quella serenità che da anni inseguivo… non solo, per la prima volta sono stato inserito in un contesto in cui la vittima e le sue necessita sono al centro dell’attenzione e invece di essere “il simbolo un po’ sfigato” di quegli anni mi sono sentito protagonista della mia storia”.

In occasione della giornata delle vittime del terrorismo nel 2016 afferma “il dolore delle vittime deve diventare forza propulsiva per mandare avanti il Paese” e ricorda che “chi ha sbagliato e pagato il proprio conto con la giustizia non può subire la «morte civile»”.

Giorgio Bazzega è disponibile per interviste prima o dopo l’incontro.

Contatti: Antonella Valer, anto.valer@posteo.net, 348 481 482 0

Il ciclo di conferenze fa parte del progetto biennale “Liberi Da Dentro”, in collaborazione con soggetti pubblici e privati del Trentino, che mira a diffondere sul territorio una maggiore conoscenza del mondo del carcere, delle pene e riflettere sul loro senso ed effetto sulle persone e sulla società.

E’ finanziato dalla Fondazione Caritro.

Il programma completo si trova sul sito www.sps.tn.it

Categoria news:
LANCIO D'AGENZIA

I commenti sono chiusi.