TAR - TRENTO: FOCUS SENTENZA CHIUSURE DOMENICALI PAT
Intervista al dottor Fulvio Rocco
Presidente Tribunale amministrativo regionale Trento

Intervento per un base jumper lanciatosi dal monte Brento: elitrasportato all’ospedale Santa Chiara di Trento.

Nella serata di ieri un base jumper è stato elitrasportato in gravi condizioni all’ospedale Santa Chiara di Trento. L’uomo, un francese di 33 anni, si era lanciato dal Becco dell’Aquila (Monte Brento, basso Sarca) quando, per cause da accertare, ha perso il controllo della vela ed è finito a terra sul ghiaione che si trova alla base della parete rocciosa. L’allarme è stato lanciato da alcuni amici dell’uomo verso le 20.30 di ieri sera.

Il coordinatore dell’Area operativa Trentino meridionale del Soccorso Alpino e Speleologico ha chiesto l’intervento dell’elicottero che prima dell’arrivo del buio è riuscito a effettuare un sorvolo, individuare l’infortunato e verricellare il Tecnico di Elisoccorso con l’equipe medica. Il base jumper, cosciente ma con politraumi, è stato stabilizzato e imbarellato. È stato quindi recuperato a bordo dell’elicottero con il verricello, quando ormai era calato il buio, e trasferito all’ospedale Santa Chiara di Trento. Non è stato necessario l’intervento degli operatori della Stazione Riva del Garda, pronti a dare supporto all’equipaggio dell’elisoccorso.

 

 

Foto: archivio Soccorso alpino Trentino