VIDEONEWS & sponsored

(in )

SINDACATO SINAPPE * CASA CIRCONDARIALE TRENTO: « MANIFESTAZIONE DI PROTESTA ALL’INGRESSO IL 5/2, ACCENDERE I RIFLETTORI E MUOVERE LE COSCIENZE SULLE PRECARIE CONDIZIONI DI LAVORO »

”Manifestazione di protesta ingresso Casa circondariale Trento”, il 5 febbraio 2019 dalle ore 10:00 alle ore 12:00.

È trascorso oltre un mese da quando è avvenuta una clamorosa rivolta dei detenuti, con conseguenti gravi danneggiamenti della struttura, presso l’istituto penitenziario di Trento.

Alcuni giorni dopo, precisamente in data 8 gennaio u.s., insoddisfatti delle risposte provenienti dall’Amministrazione il Sinappe ha proclamato lo stato di agitazione al fine di accendere i riflettori e muovere le coscienze sulle precarie condizioni di lavoro del personale di polizia penitenziaria, la cui sicurezza – anche personale – è fortemente compromessa.

L’auspico del Sinappe era quello che l’Amministrazione recepisse l’invito a lavorare – con atti tangibili e concreti – per un miglioramento delle condizioni lavorative. Al tal fine il Provveditore regionale aveva anche preso l’impegno di rivedere temporaneamente (fino a ripristino dei sistemi di sicurezza danneggiati) il regime detentivo, ritornando momentaneamente al sistema “chiuso” in luogo di quello “aperto”. Modifica che – seppur prospettata – non è stata attuata!

E in questo stato precario in cui lavora il personale di Trento, la cui sicurezza pare non rilevare nelle scelte di gestione: basti pensare che i reparti detentivi risultano ad oggi privi degli equipaggiamenti di protezione, come ad esempio le mascherine che evitino l’inalazione di fumi tossici in caso di incendio

Il Sinappe per il senso di responsabilità che deriva dal rappresentare i numerosi colleghi, di fronte ai seri rischi per la Loro sicurezza e incolumità lavorativa, deve Necessariamente richiamare l’Attenzione dei nostri Superiori Uffici, delle istituzioni e dell’opinione pubblica sulle condizioni descritte, affinchè vengano avviati immediati interventi in tal senso.

Sono questi i principali motivi per i quali martedì 5 febbraio dalle ore 10:00 alle 12:00 dinanzi l’ingresso dell’istituto penitenziario trentino il Sinappe inizierà a protestare con un primo sit-in assieme ai colleghi, muniti di fischietti e bandiere del sindacato.

 

*

Andrea MAZZARESE
Segretario Regionale Sinappe