VIDEONEWS & sponsored

(in )

SINDACATO BASE MULTICATEGORIALE – TRENTO * IMPUGNAZIONE PROCEDURA LICENZIAMENTO: « PER I LAVORATORI DELL’AREA DI SERVIZIO AUTOSTRADALE PAGANELLA EST LUNGO LA A22 »

Oggetto: impugnazione procedura di licenziamento collettivo avviata ai sensi dell’articolo 4 legge n. 223/91 con lettera E.C.N. S.r.l. del 20 dicembre 2019 riferita ai lavoratori ed alle lavoratrici dell’area di Servizio Autostradale denominata PAGANELLA EST sita lungo la A22 in comune di Lavis (TN).

Con il presente atto s’impugna la procedura di licenziamento collettivo avviata ai sensi della legge 23 luglio 1991, n. 223 (Norme in materia di cassa integrazione, mobilità, trattamenti di disoccupazione, attuazione di direttive della Comunità europea, avviamento al lavoro ed altre disposizioni in materia di mercato del lavoro, pubblicata sulla GU n.175 del 27-7-1991 – Suppl. Ordinario n. 43 ) dalla ditta E.C.N. S.R.L. con propria lettera del 20 dicembre 2019, riferita ai dieci (10) lavoratori ed alle lavoratrici impiegati nell’area di Servizio Autostradale denominata PAGANELLA EST, situata lungo la A22 nel comune di Lavis (TN).

 

*

I motivi di detta impugnazione sono sinteticamente i seguenti:

1) L’AUTOSTRADA DEL BRENNERO SPA, come in indirizzo domiciliata, in data 14 giugno 2017 (un tanto risulta da proprio documento datato 18 luglio 2017 e denominato “ESITO PROCEDURA OIL N. 1 GESTIONE DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DI PRODOTTI CARBOLUBRIFICANTI E ATTIVITA’ COLLATERALI NELL’AREA DI SERVIZIO PAGANELLA EST”) avrebbe aggiudicato all’impresa TAMOIL ITALIA SPA, come domiciliata in indirizzo, la procedura per l’affidamento in sub-concessione della gestione di distribuzione di prodotti carbolubrificanti e attività collaterali nell’area di servizio Paganella Est. Il precedente aggiudicatario (attualmente ancora in servizio) risulterebbe ENI SPA, come in indirizzo domiciliata;

2) L’operatore per ENI SPA nonché datore di lavoro del personale dipendente addetto alla distribuzione di prodotti carbolubrificanti e attività collaterali nell’area di servizio Paganella Est, è da anni la ditta E.C.N. S.R.L., come in indirizzo domiciliata, la quale ha materialmente avviato le procedure di licenziamento collettivo;

3) Con nota del 18 dicembre 2019 protocollo n. 38032/19, l’AUTOSTRADA DEL BRENNERO SPA avrebbe comunicato tanto all’aggiudicataria uscente ENI SPA quanto all’aggiudicataria subentrante TAMOIL ITALIA SPA la restituzione e consegna dell’area di servizio Paganella Est, con contestuale sospensione dei servizi lì erogati ai fini dell’espletamento delle attività connesse alla demolizione dell’attuale impianto di distribuzione carburanti, con bonifica dell’area medesima e riattivazione provvisoria del servizio stesso, senza peraltro individuare i tempi;

4) La E.C.N. S.R.L., come detto operatore per conto dell’aggiudicataria uscente ENI SPA, avrebbe giustificato il licenziamento collettivo per effetto di quanto descritto nel punto 3 che precede;

5) Se ne deduce che la riattivazione del servizio di distribuzione di prodotti carbolubrificanti e attività collaterali nell’area Paganella Est, ora (ma, in realtà, dal 14 giugno 2017, come da punto 1 ut sopra) in capo alla aggiudicataria subentrante TAMOIL ITALIA SPA, verrà logicamente affidato ad altro operatore e nuovo datore di lavoro per gli addetti che espleteranno il citato servizio di distribuzione che, allo stato, risulta sconosciuto. Diversamente si dovrebbe pensare che, in caso restasse E.C.N. S.R.L., quest’ultima stia attuando una procedura farsa e ciò non ha alcuna credibilità;

6) Tali condotte determineranno il licenziamento di tutto il personale della E.C.N. S.R.L. (CEDENTE), la loro collocazione in NASPI (come è noto a tutti, trattasi dell’attuale denominazione dell’indennità erogata ai lavoratori ed alle lavoratrici perdenti posto per licenziamento) a spese della collettività (per il tramite di I.N.P.S.); il successivo subentro (non fissato nel tempo) del nuovo “ignoto” operatore (CESSIONARIO) per conto dell’aggiudicataria subentrante TAMOIL ITALIA SPA, non garantirà, com’è ovvio che sia, né l’assunzione di tutto il personale impiegato presso l’area PAGANELLA EST licenziato né, eventualmente ciò avvenisse, garantirebbe i loro diritti economici e normativi maturati sino all’atto del recesso del rapporto di lavoro, trattandosi di nuove assunzioni, peraltro in regime di Jobs Act (con perdita anche di tutte le tutele vigenti per coloro che hanno stipulato un contratto di lavoro antecedente detto regime, in particolare quelle previste dall’articolo 18 legge 20 maggio 1970 n. 300 in materia di licenziamento illegittimo);

7) Si conclude che tutto ciò sia stato ben congegnato al fine di eludere le norme poste a tutela delle maestranze, previste sia dall’articolo 2112 del Codice Civile (Mantenimento dei diritti dei lavoratori in caso di trasferimento d’azienda), sia dall’articolo 47 (trasferimenti di azienda) della legge 29 dicembre 1990, n. 428 [Disposizioni per l’adempimento di obblighi derivanti dall’appartenenza dell’Italia alle Comunità europee (legge comunitaria per il 1990) pubblicata nella Gazz. Uff. 12 gennaio 1991, n. 10, S.O.) ovvero la conservazione e continuità del rapporto di lavoro dal CEDENTE (ora E.C.N. S.R.L.) al CESSIONARIO (ditta di fiducia della aggiudicataria subentrante TAMOIL ITALIA SPA, allo stato ignota) con tutti i diritti che ne derivano. ll mantenimento dei diritti dei lavoratori in caso di trasferimento d’azienda sono, però, destinati solo a coloro che hanno un contratto di lavoro in corso al momento della cessione.

 

*

Per tutto quanto sopra descritto, il SINDACATO di BASE MULTICATEGORIALE, domiciliato come in epigrafe,

atteso che

alla data odierna, ha 5 associati fra i 10 lavoratori licenziandi (le cui deleghe sono conservate nei propri uffici e non ancora rese note a parte imprenditoriale, al fine di tutelarli da ogni conseguenza),

preso atto che
con propria lettera del 23 dicembre 2019 aveva chiesto informazioni all’AUTOSTRADA DEL BRENNERO SPA in merito a questa vicenda, senza ricevere riscontro alcuno (pur volendo essere indulgenti per il corrente periodo delle festività natalizie, non sembra che la medesima indulgenza sia stata riservata ai lavoratori),

con la presente
impugna

la procedura di licenziamento collettivo meglio indentificata in oggetto ed ampiamente descritta in narrativa perché illegittima, in quanto posta in frode ovvero in elusione alla legge in materia di trasferimenti d’azienda e perché intende riversare i costi sulla collettività attraverso l’INPS,

diffida
tutte le imprese in indirizzo, segnatamente E.C.N. S.R.L. (OPERATORE PER ENI SPA NONCHE’ CEDENTE) in quanto titolare dei rapporti di lavoro in essere, nonché ENI SPA (AGGIUDICATARIO USCENTE), TAMOIL ITALIA SPA (AGGIUDICATARIO SUBENTRANTE), OPERATORE PER TAMOIL ITALIA SPA NONCHE’ CESSIONARIO, la cui denominazione e sede legale non sono note c/o TAMOIL ITALIA SPA) e AUTOSTRADA DEL BRENNERO SPA (COMMITTENTE), in quanto tutte obbligate in solido ex lege, a dare corso al licenziamento collettivo del personale operante presso l’area di Servizio Autostradale denominata PAGANELLA EST sita lungo la A22 nel comune di Lavis (TN),

preavvisa
le medesime imprese in indirizzo tutte che l’eventuale ultimazione della procedura in oggetto ed il licenziamento degli addetti verrà impugnato contro tutte Loro e Loro medesime verranno convenute in giudizio avanti il Tribunale Civile di Trento sezione lavoro,

chiede
alle Ill.me Autorità in indirizzo per competenza, segnatamente il Servizio Lavoro nonché l’Agenzia del Lavoro della P.A.T., di vigilare sulla procedura ivi contestata ed impugnata,

chiede, altresì,
alle Ill.me Autorità in indirizzo per conoscenza, segnatamente all’Assessore Provinciale allo sviluppo economico, ricerca e lavoro, al Direttore Regionale dell’INPS ed al Sindaco del Comune di Lavis, nonché alla Direzione Aziendale (melius al C.d.A.) di AUTOSTRADA DEL BRENNERO SPA un urgente incontro allo scopo di meglio chiarire lo status quo e soluzioni per garantire il posto di lavoro nonché i relativi diritti acquisiti di tutti i lavoratori e le lavoratrici oggi operanti nell’area di servizio PAGANELLA EST.